Vende birre da asporto oltre l'orario consentito: chiuso minimarket

L'esercente è stato anche multato per aver violato l'ordinanza del sindaco dello scorso 29 maggio che vieta bevande da asporto oltre le ore 19

Controlli sul territorio per verificare il rispetto delle norme previste per il contrasto alla diffusione del Coronavirus (corretto utilizzo delle mascherine e distanziamento sociale) e dell’ordinanza del sindaco di Pisa del 29 maggio 2020, che vieta la vendita di bevande da asporto oltre le ore 19.
Nella serata di ieri, 9 giugno, in Piazza delle Vettovaglie la Polizia di Stato ha sanzionato il proprietario di un minimarket per aver venduto bevande alcoliche da asporto oltre l'orario consentito.

Gli agenti hanno infatti sorpreso intorno alle ore 23, all’esterno dell’esercizio commerciale, un cliente che stava trasportando alcune bottiglie di birra appena acquistate. Sono stati così identificati sia il cliente che il gestore del minimarket. A quest’ultimo è stata elevata la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 a 3000 euro (280 euro se pagata entro 60 giorni) e la chiusura immediata per 5 giorni ai sensi dell’art.4 commi 1 e 2 del D.L. 19/2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento