rotate-mobile
Cronaca

Ciclopista del Trammino: inaugurato il nuovo tratto da Marina a Tirrenia

Celebrata l'apertura del tragitto di oltre 2 chilometri. Il sindaco Conti: "Opera strategica per la mobilità dolce e la valorizzazione del territorio"

Da Pisa a Tirrenia in bicicletta attraversando un percorso di 13,3 chilometri in sede protetta e immerso nel verde. E' stato inaugurato oggi, 23 aprile, il nuovo tratto della Ciclopista del Trammino che prolunga il percorso già esistente fino a Marina di Pisa, estendendolo fino al lungomare di Tirrenia. Al taglio del nastro hanno presenziato numerose persone e i bambini delle scuole del litorale, insieme al sindaco di Pisa Michele Conti, all’assessore alla mobilità e urbanistica Massimo Dringoli, all’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa e all’amministratore di Pisamo Andrea Bottone.

"Oggi è una grande giornata di festa per la nostra comunità - dichiara il sindaco di Pisa Michele Conti - perché con questa inaugurazione diamo continuità e sviluppo alla bellissima infrastruttura verde che collega Pisa al suo litorale lungo l’antico tracciato del Trammino. Abbiamo ritenuto importante investire 750mila euro di risorse proprie dell’amministrazione per completare un’opera che è stata apprezzata da tantissimi nostri concittadini che la utilizzano frequentemente per fare una passeggiata in bicicletta, per momenti di sport, relax e tempo libero, godendo di un bellissimo percorso nel verde che si sviluppa lungo un tracciato da percorrere in totale sicurezza fino a raggiungere il mare. Un’opera a servizio di cittadine e famiglie che mancava nella nostra città, ma anche un’opera strategica per lo sviluppo della mobilità sostenibile su cui la nostra Amministrazione sta puntando molto. Stiamo ampliando le rete cittadina delle piste ciclabili, costruendo nuove infrastrutture come ponti e passerelle ciclopedonali, promuovendo l’utilizzo in sharing di mezzi ecologici come le biciclette a pedalata assistita e i monopattini elettrici. Opere e mezzi che incentivano la mobilità dolce e che al tempo stesso rappresentano un’opportunità da non perdere per la valorizzazione turistica e ambientale del nostro territorio".

"Oggi siamo qui - ha spiegato l’assessore Massimo Dringoli - perché abbiamo tenuto fede alla promessa che abbiamo fatto due anni fa, quando abbiamo inaugurato la Ciclopista del Trammino fino a Marina. E' motivo di soddisfazione essere riusciti a rispettare la promessa di prolungare questo bellissimo percorso, rispettando tempi e programmi stabiliti, nell’interesse di tutti i cittadini e soprattutto dei più giovani che con queste opere possiamo educare all’utilizzo della bicicletta. La Ciclopista del Tirreno, di cui questo è un tratto, verrà poi completata anche con il collegamento con San Rossore, attraverso il cicloponte che verrà realizzato. Questa è un’altra promessa che vorremo mantenere".

"Come assessore ai lavori pubblici - aggiunge l’assessore Raffaele Latrofa - momenti come questi ci riempiono di orgoglio, perché non è affatto semplice, nell’arco di una consiliatura, trovare i fondi, finanziare, progettare l’opera e realizzarla, per poi regalarla alla città. Questo è sempre stato il nostro metodo di lavoro: seguire tutte le fasi degli interventi con attenzione  ai tempi, per poter arrivare a giornate come queste. Opere come quella che inauguriamo oggi sono particolarmente significative, perché si inseriscono perfettamente nella direzione della transizione ecologica per cui stiamo lavorando con impegno e assiduità".

"Per Pisamo - ha dichiarato l’amministratore Andrea Bottone - è una grande soddisfazione aver realizzato questa nuova opera. Noi amministratori siamo transitori ma il nostro ruolo è quello di lasciare opere permanenti a servizio della città come quella che inauguriamo oggi. Ringrazio il responsabile dei lavori Alessandro Fiorindi, Acque che ha fornito le borracce per i bambini, il servizio Ciclopi, Bit Mobility che ha messo a disposizione i monopattini elettrici e Ride Movi per le bici a pedalata assistita".

Il percorso

Il nuovo tracciato, che si aggiunge al percorso da Pisa al Litorale inaugurato nell’estate 2020, parte dalla Vecchia Stazione del Trammino di Marina per arrivare fino alla via Bigattiera, davanti al Bagno Lido a Tirrenia. In quel punto la Ciclopista si va a collegare alla pista ciclopedonale già esistente lungo tutto il viale del Tirreno, che porta da Tirrenia fino a Calambrone. Il prolungamento si inserisce nel quadro complessivo del progetto della Ciclopista del Trammino, un tratto lungo complessivamente 13,3 km (11 km da Pisa a  Marina + 2,3 km da Marina a Tirrenia) che si sviluppa lungo l’antico tracciato del tram su rotaie, conosciuto da tutti come “il Trammino”, da cui prende il nome, attivo fino agli anni ’60 per raggiungere il litorale.

Nel dettaglio l'intervento ha riguardato la realizzazione di un percorso ciclabile di 2.300 metri che si sviluppa essenzialmente in due tratti: un primo tratto recuperando il sedime ferrotramviario dalla stazione di Marina fino all’incrocio con via Bigattiera, come è stato fatto per la prima parte della Ciclopista, e un secondo tratto che si sviluppa sul bordo strada in carreggiata destra verso mare su via Bigattiera, fino alla rotatoria con viale del Tirreno.

Il primo tratto si presenta come un corridoio immerso nel verde, nelle immediate vicinanze dell’abitato di Marina di Pisa, con caratteristiche tecniche simili ai tratti già realizzati, ma modificate a causa del passaggio all’interno del territorio del Parco di San Rossore: larghezza della pista di 3 metri, fondo realizzato con stabilizzazione in sito della terra con calce e cemento con sopra trattamento di semipenetrazione, chiuso da lamiera in corten. Come già fatto nel cantiere precedente, il materiale ferroviario ferroso è stato rimosso, mentre sono stati preservati i manufatti in cemento che corredavano la vecchia linea tramviaria (pali della elettrificazione, banchine, ed eventuali barriere).

Il secondo tratto della ciclopista prosegue poi lungo la Bigattiera fino ad arrivare al viale del Tirreno, all’altezza del Bagno Lido, sempre di larghezza 3 metri, occupando parte della banchina stradale, con cordolo di cemento di separazione dalla strada a tutela dei ciclisti. Il costo complessivo dell’intervento è stato di 750mila euro finanziato con risorse proprie del Comune di Pisa. I lavori, coordinati da Pisamo e partiti a inizio anno, sono stati eseguiti dall’Impresa Forti Spa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclopista del Trammino: inaugurato il nuovo tratto da Marina a Tirrenia

PisaToday è in caricamento