rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Peccioli

Chi passa in casa quando non ci siamo? Ce lo dice il citofono Welco, tra gli ideatori due studenti pisani

Welco è l'innovativo citofono che sta in tasca: creato da un giovanissimo team di cui fanno parte due studenti di Ingegneria gestionale dell'Università pisana, il 23enne Alessio Pace e il 27enne Leo Sculli

Dlin - Dlon! Quante volte ci sarà capitato di voler sapere chi è passato a trovarci quando noi non eravamo in casa, magari perchè aspettavamo una visita importante o speravamo in una sorpresa. Fino a poco tempo fa, sapere chi suonava alla porta in nostra assenza era un'incognita, a meno che il vicino po' ficcanaso ci rendesse partecipe di tutti i movimenti. Ironia a parte, da oggi l'incognita svanisce per lasciare spazio alla certezza, grazie alla nascita di Welco: un innovativo citofono che sta in tasca e che, collegato allo smartphone o al tablet, ci tiene in contatto con l'abitazione o l’ufficio.

Il dispositivo è anche unìimpresa Start up creata da un giovanissimo team di cui fanno parte due studenti di Ingegneria gestionale dell’Università di Pisa, il 23enne Alessio Pace e il 27enne Leo Sculli. A  pochi mesi dalla sua nascita, Welco ha già vinto un 'grant d’impresa' dal valore di 25mila euro assegnato da Working Capital di Telecom Italia superando una selezione durissima: su 1.200 progetti presentati ne sono stati finanziati solo 15. Da luglio, Leo Sculli sarà a Milano per tre mesi e parteciperà a un percorso di accelerazione d’impresa nella sede di dPixel, una società specializzata nel supporto di iniziative imprenditoriali in ambito tecnologico.

"Welco ha già un prototipo dimostrativo e contiamo di commercializzarlo a marzo del 2014 - ha spiegato Sculli - Il nostro obiettivo a breve termine, oltre ad affrontare aspetti di ricerca e sviluppo, si concentra sulla ricerca di potenziali investitori, in modo da poter portare avanti le implementazioni dell'hardware, del software e di App proprietarie e depositare i brevetti".

Welco ha debuttato alla Startup Weekend di Torino nel marzo 2013 e in quell’occasione si è formato il team che, oltre ai due studenti pisani, comprende altri cinque ragazzi ingegneri ed economisti: Francesco Medda, Marco Arrobbio, Gabriel Occhino, Guido Parissenti e Carlo Buccisano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi passa in casa quando non ci siamo? Ce lo dice il citofono Welco, tra gli ideatori due studenti pisani

PisaToday è in caricamento