Cronaca

Cittadella Galileiaia: mozione in Regione per 2,5 milioni per compeltare l'opera

L'atto è stato approvato all'unanimità dal Consiglio Regionale

Il Consiglio Regionale della Toscana ha approvato all'unanimità una mozione, a firma Irene Galletti (M5S) e Lucia De Robertis (Pd), riguardante lo stanziamento di 2,5 milioni di euro al Comune di Pisa per il completamento della Cittadella Galileiana. "E’ un fatto politicamente significativo - ha commentato il presindete del Consiglio Antonio Mazzeo - sia nel metodo perché sullo sviluppo di questa parte della città il consenso è largo e anche grazie al lavoro di confronto realizzato dal gruppo Pd l’aula s’è mostrata unita, sia ovviamente nel merito perché rappresenta una spinta per il sostegno concreto a questo processo di rinascita urbanistica".

"Si tratta di un documento politico - prosegue - ma che ha un significato molto puntuale nel momento in cui impegna la Giunta e il Presidente della Regione a prevedere nella prossima variazione di bilancio utile, così recita il testo, lo stanziamento per il completamento del progetto. Un progetto non nato in questi giorni, ma che si deve al lavoro dell'amministrazione comunale di Pisa a guida Pd".

"Penso che anche in questo caso - conclude Mazzeo - il Consiglio regionale abbia dato prova di quanto possa essere utile un confronto costruttivo con le comunità locali e delle potenzialità che ha una assemblea in cui siedono i rappresentanti dei vari territori regionali per far emergere questioni e trovare soluzioni in un rapporto costruttivo con l’esecutivo. Sarebbe quindi auspicabile abbandonare la voglia di costruire polemiche fini a se stesse, come ha fatto l’assessore alla cultura del Comune di Pisa che nei giorni scorsi spiegava di avermi posto la questione dei finanziamenti alla Cittadella Galileiana, quando in realtà non mi ha mai scritto né contattato. Per chi amministra un territorio è molto più utile concentrarsi nella ricerca delle soluzioni".

Il consigliere Diego Petrucci (Fratelli d’Italia) si dice "molto felice se questa mozione verrà ora approvata e soprattutto messa in atto dalla Giunta Regionale. Se la maggioranza vorrà correggere il tiro rispetto a quanto accaduto nella passata legislatura, ne saremo felici: il cambio di governo della città di Pisa doveva aver cambiato la destinazione di quella somma, dopo il passaggio al centrodestra. Mi auguro che una volta votata la mozione, seguano i fatti". "Le promesse vanno mantenute per quanto possibile - ha dichiarato Lucia De Robertis - anche perché contrariamente a quanto afferma il consigliere Petrucci, noi siamo abituati ad amministrare i cittadini, non solo i nostri elettori". Le modifiche introdotte, ricorda ancora la consigliera del Partito democratico, "impegnano il presidente a trovare le risorse nella prossima variazione di bilancio".

L’assessore alla cultura di Pisa Pierpaolo Magnani: "Ringrazio il presidente del Consiglio Regionale Mazzeo e la Giunta regionale per questa importante decisione che, finalmente, riconosce alla città di Pisa i 2,5 milioni di euro restanti quali indennizzo per la cessione delle quote aeroportuali. Considero questa notizia una prima tappa in attesa del risultato finale, quando l’impegno si tradurrà in un mandato di pagamento, che ci consentirà di esultare definitivamente. Ritengo che questo finanziamento sia di vitale importanza perché consente di chiudere una situazione aperta da 25 anni per la creazione del Polo museale nell’area dei vecchi macelli che, oltretutto, in prospettiva può diventare luogo di aggregazione per la organizzazione di eventi durante l’estate e un polmone verde per la città. Senza volermi prendere i meriti, la mia provocazione di incatenarmi ha avuto il merito di smuovere la situazione in stallo da oltre un anno e di ottenere questo risultato che è una vittoria per la città. Proprio perché si tratta di una vittoria di Pisa non può avere nessun colore politico. E mi viene da sorridere leggere le affermazioni di quanti dicono che sia un risultato del Pd, poiché ricordo bene che il silenzio dei consiglieri Pd di fronte al dibattito sulla questione. Così come non trovo corretto parlare di nuovi finanziamenti per la cittadella Galileiana poiché si tratta di finanziamenti già previsti e dovuti da molto tempo. Ora comunque riconosciamo il risultato e auspico che l’erogazione di quanto dovuto in tempi brevi. Io le catene le ho momentaneamente riposte ma sono disposto a riprenderle se fra qualche mese i soldi non dovessero arrivare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella Galileiaia: mozione in Regione per 2,5 milioni per compeltare l'opera

PisaToday è in caricamento