rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Cep

Cep, cittadella dello sport in via Vecellio: il progetto

L'importo stimato delle opere è di oltre 4 milioni. Lo studio di fattibilità è nella lista della Regione Toscana per possibili finanziamenti

Un intervento che copre un'area di 4mila metri quadrati, sulla metà dei quali sorgerebbero le strutture di una cittadella dello sport. Siamo al Cep, in via Vecellio, appena a sud del campetto da calcio. Un importo stimato dei lavori pari a complessivi 4,3 milioni di euro. Di questo si è parlato nella Prima Commissione consiliare di ieri, 10 marzo, con l'assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa e l'architetto del Comune Marco Guerrazzi. 

Al momento si tratta della prima idea, messa su carta, senza risorse dedicate. "L'intenzione - ha illustrato Latrofa - è quella di ottenere un finanziamento per la realizzazione. Il progetto è fra quelli inviati alla Regione Toscana, che ha chiesto a suo tempo alle città un quadro per comporre un 'parco progetti' in materia di rigenerazione urbana e dell'abitare. Si tratta dell'elenco dove sono rientrati anche i finziamenti dei 20 milioni della rigenerazione urbana". "Il livello di progettazione attuale - ha specificato l'assessore - è il primo stadio, cioè lo studio di fattibilità tecnico-economica, con il relativo importo". 

L'architetto Guerrazzi ha illustrato le previsioni attuali. Come misure generali si parla di "2mila metri quadrati di superficie coperta, su circa 4mila metri quadrati". Ci sono poi "35 parcheggi per auto, fronte strada, più stalli per ciclomotori; c'è poi un accesso diretto alla tribuna della palestra". Gli edifici principali sono 3: una grande palestra 'classica', per attività come basket, pallavolo e pallamano; uno spazio per la pugilistica con tanto di ring al centro e un edificio a pianta circolare per attività ginniche. Al centro l'area a base rettangolare e allungata con tutti gli spogliatoi ed i servizi funzionali. "Intorno allo spazio - ha aggiunto Guerrazzi - prato ed alberature. E' uno spazio questo pensato come un parco aperto, fruibile dal quartiere per attività sportive libere".

palestra cep progetto 2-2-2

L'intervento prospettato è "aperto alla co-progettazione", ha assicurato l'assessore, "siamo a disposizione per confrontarci con associazioni, residenti e formazioni politiche" ha detto Latrofa, sia per la cittadella dello sport che per l'area a verde subito a sud. "Vorrei si riconoscesse a questa amministrazione - ha aggiunto - il percorso vero, contenuto negli atti, che riguarda questo comparto, che ha avuto diverse vicissitudini passate. C'è stata la storia della privatizzazione del campino, che non voglio ricordare. Noi siamo per velocizzare la realizzazione di ciò che il quartiere richiede". 

"Come presidente della Commissione - ha detto il consigliere comunale Maurizio Nerini - ho rammentato che banalmente che 'se hai il progetto, te lo finanziano'. Il progetto c'è e sarà una bella cosa per il quartiere". Poi l'invito a proseguire le interlocuzioni in commissione: "Guardiamo lo spazio che resta a verde sportivo con la guida dell'assessore e del dirigente, magari individuando delle macroaree e iniziamo un percorso con le associazioni e i comitati".

Dove sarà posizionata l'antenna della discordia?

Nel quartiere resta ancora in sospeso il nuovo posizionamento dell'antenna di telefonia. Sul caso l'architetto Guerrazzi ha relazionato dicendo che "è stata fatta la richiesta di spostamento dell'antenna, arrivata all'ufficio Suap. Dobbiamo scrivere un parere come Ufficio Sport, c'è prima da documentarsi e capire dalla planimetria dove è stata richiesta. Sulla base di questo progetto e di ipotesi di sfruttamento dell'area posta a sud degli impianti, potremo poi dare indicazioni precise di dove l'antenna potrebbe essere posizionata senza creare problemi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cep, cittadella dello sport in via Vecellio: il progetto

PisaToday è in caricamento