Cronaca

Cnr, Ericsson abbandona Pisa: presidio contro i licenziamenti

Sono stati dichiarati circa 400 esuberi dalla multinazionale della telefonia a livello nazionale, a Pisa 9 lavoratori in mobilità e 26 trasferimenti a Genova, sul totale di 49 dipendenti

Il colosso della telefonia svedese Ericsson taglia drasticamente la propria presenza a Pisa. Nel laboratorio al Crn lavorano, si teme ancora per poco, 49 persone nel settore della ricerca e sviluppo. Per 9 di loro è partita la procedura di mobilità, propedeutica al licenziamento, mentre per 26 dipendenti è previsto il trasferimento a Genova.

Gli esuberi dichiarati dall'azienda sono oltre 400 a livello nazionale, frutto di una nuova politica di produzione. I primi 332 sono previsti per il 2016, a cui si aggiungono altri 53 nel 2017 nella Ricerca&Sviluppo, con anche appunto i trasferimenti dalla sede pisana verso quella del capoluogo ligure.

Stamani, 16 giugno, è stata protesta davanti al Cnr per i lavoratori e la Cgil. Prima un presidio nei pressi del laboratorio, poi un corteo lungo via Moruzzi che ha bloccato il traffico per alcuni minuti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cnr, Ericsson abbandona Pisa: presidio contro i licenziamenti

PisaToday è in caricamento