Servizio di taglio dell’erba: lavoratori in stato di agitazione

I Cobas Lavoro Privato: "Comune e Pisamo preparano un tagli di servizi ad Avr che potrebbe portare alla perdita di posti di lavoro"

"Pisamo e il Comune di Pisa giocano le loro carte per preparare un taglio dei servizi ad AVR". E' la posizione dei Cobas Lavoro Privato di Pisa in merito agli appalti dell'igiene ambientale. "Nel mese di aprile - scrive in una nota il sindacato - non si era mai vista l’erba delle rotonde e dei marciapiedi così alta, tanto da sollevare le lamentele di molti cittadini che non si spiegavano il perché di questo mancato servizio. Il Sindaco Conti ha cercato di abbozzare una risposta generica raccontando che i servizi si erano bloccati. Se la vogliamo riportare giusta il servizio del taglio dell’erba è stato sospeso da Pisamo, società in house del Comune di Pisa, imponendo ad AVR e ai suoi operai il ricorso agli ammortizzatori sociali. Come Cobas abbiamo chiesto informazioni sui motivi della sospensione dei servizi e la risposta è stata: "ad aprile non cresce l’erba". Oltre ad essere offensiva e ridicola, la risposta di Pisamo ci ha aperto una visione in prospettiva e con poche certezze prima della scadenza dell’appalto, già in proroga per un anno fino al 31 dicembre 2020".

"Nella inconsapevolezza di tutti i cittadini - proseguono i Cobas - sotto la copertura mediatica del Covid-19 Pisamo e il Comune di Pisa giocano le loro carte per preparare, a nostro avviso, un taglio dei servizi ad AVR. Il significato di questo gioco, fatto in silenzio e senza avvisare la parte sociale, potrebbe anche portare alla perdita di posti di lavoro nell’appalto degli stradali di Pisamo. Temiamo che, come già è accaduto in altri appalti, si voglia tenere un profilo contrattuale molto basso (contratto Multiservizi lo stesso usato nei cimiteri pisani e nell’Igiene Ambientale fino al 31 dicembre 2019) criticato da tutti i Comuni limitrofi, compreso quello di Pisa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per scongiurare la possibile perdita di posti di lavoro il sindacato ha "aperto lo Stato di agitazione, chiederemo a Pisamo e al Comune l'internalizzazione dei 14 lavoratori.  Soluzione sostenuta dal Comune di Pisa affinché Geofor inglobasse tutti i lavoratori delle cooperative dell’Igiene Ambientale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, crescono i contagi: 755 nuovi positivi

  • Una delle pizzerie più buone d'Italia: Gusto al 129 premiata da Gambero Rosso

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus, 581 nuovi casi in Toscana: un decesso a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus nel pisano: 39 casi a Pisa, 26 a Cascina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento