rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Dall'Elba a Pisa in aereo: un servizio per gli abitanti dell'isola

La Regione ha come obiettivo una nuova articolazione degli oneri di servizio pubblico da imporre sui collegamenti aerei per garantire una prospettiva certa ai voli da e per l'isola d'Elba

Un bando triennale per la continuità territoriale dello scalo elbano, grazie anche alle risorse previste dalla Regione Toscana, con collegamenti aerei tra l’aeroporto dell’Isola d’Elba e le città di Pisa, Firenze e Milano.
E’ questo quanto definito ieri dalla Conferenza dei Servizi per la continuità territoriale dello scalo di Marina di Campo, convocata dalla Regione Toscana, a cui hanno partecipato rappresentanti del Ministero dei Trasporti, dell’Enac, della Provincia e della Camera di Commercio di Livorno, della società Alatoscana che gestisce l’aeroporto, degli enti locali elbani.

La Regione, in collaborazione con gli enti locali, si è posta fin da subito l’obiettivo di una nuova articolazione degli oneri di servizio pubblico da imporre sui collegamenti aerei, che garantisse una prospettiva certa ai voli da e per l’isola d’Elba.

Tale impegno si è concretizzato grazie al contributo straordinario della Regione, pari a 350mila euro l’anno per tre anni (2014, 2015, 2016), previsti dall’ultima legge finanziaria regionale.

Questo contributo andrà a sommarsi a quanto già stanziato a suo tempo dal Ministero dei Trasporti, pari ad 1,5 milioni di euro.

La decisione assunta oggi permetterà di rendere più duratura la continuità territoriale attraverso l’aeroporto di Marina di Campo, assicurando una prospettiva più forte ai servizi di continuità territoriale nell’interesse dei residenti e del territorio elbano, prevedendo collegamenti tra l’isola d’Elba e Pisa, Firenze e Milano.

Adesso il prossimo passo spetta al Ministero dei Trasporti e all’Enac, che dovranno definire ed avviare le procedure di gara per la selezione dei vettori aerei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'Elba a Pisa in aereo: un servizio per gli abitanti dell'isola

PisaToday è in caricamento