Cronaca Coltano

Coltano, degrado e strade dissestate: "Urge un piano di interventi"

I Cobas segnalano problemi di salute degli autisti dei bus che transitano sulle strade danneggiate: "Proseguono gli incidenti nel silenzio, pericolo per gli scuolabus"

L'incrocio fra via Sofina e via dell'Idrovora

"Non esiste un progetto reale di recupero della area di Coltano e soprattutto, ormai da anni, gli interventi minimi e necessari sono ridotti all'osso. La situazione delle strade è divenuta drammatica". Così i Cobas Pubblico Impiego, che denunciano lo stato di cattiva conservazione dell'asfalto della zona, in particolare delle vie interne.

"Alcune strade - scrive il sindacato - da via del Viadotto a via dei Pini, da via della Sofina a via Idrovora, sono al limite della impraticabilità, per non parlare poi della mancata manutenzione e pulizia dei corsi di acqua. Richiamiamo l'attenzione in particolare su via dei Pini, attraversata dagli scuolabus, una via piena di buche e con radici degli alberi che hanno distrutto il manto stradale. Incidenti, uno mortale, si susseguono nel silenzio e il solo intervento del Comune è quello di collocare un cartello stradale che intima di mantenere la velocità a 30 Km orari".

Segnalati riflessi negativi sulla salute degli autisti degli autobus: "Molti lamentano problemi muscolo scheletrici e patologie acuite dal cattivo stato in cui versano le strade. Percorrere per mesi queste vie è causa di un serio pericolo per la salute dei bambini utenti e degli stessi autisti dello scuolabus e della Ctt. Urge un piano di interventi che ponga fine all'abbandono di un'area il cui rilancio sarebbe importante per restituire alla città di pisa un polmone verde facilmente raggiungibile".

Sull'area: "Coltano è in stato di abbandono, non bastano gli anni accumulati per la ristrutturazione del centro Rai Marconi ancora in attesa dei lavori, non basta l'abbandono della vecchia scuola elementare Diaz che potrebbe diventare un centro di accoglienza per ragazzi\e, scout e gite scolastiche, non basta l'assenza di mezzi di comunicazione con la città che sono alquanto sporadici. Si aggiungono intere aree verdi ridotte a discarica, e non si venga a dire che la responsabilità sia solo del campo rom visti gli ingombranti e gli scarichi di edilizia accumulati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltano, degrado e strade dissestate: "Urge un piano di interventi"

PisaToday è in caricamento