Cronaca Porta a Mare / Ponte Canale Navicelli

Navicelli, coltivazione 'marijuana di guerriglia': una denuncia

Un uomo è stato denunciato perchè sorpreso dal Corpo forestale a curare la sua piantagione di cannabis nelle zone di Canale Naivelli: in tutto 11 piante di diverse varietà

Un uomo, originario di Cascina e concessionario di un retone lungo l'argine del canale Navicelli su terreno demaniale, è stato sorpreso dal Corpo forestale mentre curava delle piante di cannabis e raccoglieva le infiorescenze. La sua piantagione era composta da 11 piante di diverse varietà. Sono state rinvenute anche altre attrezzature e l'uomo è stato denunciato.

Dopo il ritrovamento della piantagione, sono subito scattate le perquisizioni presso il retone e l'abitazione privata che hanno portato al rinvenimento di foglie e fiori di marijuana in diversi stadi di essiccazione: hashish, semi di cannabis, concimi, etichette riportanti le diverse varietà coltivate, essiccatori e tutta l'attrezzatura utilizzata per la coltivazione. La successiva perquisizione è stata effettuata nel cuore della notte presso il comune di Santa Luce, dove l'uomo trascorre parte del suo tempo libero. Qui è stato addirittura scoperta una serra con impianto di irrigazione temporizzato, aspirazione forzata e illuminazione artificiale: all'interno venivano coltivate sei piante di cannabis indica.

Le operazioni, terminate all'alba, hanno portato al sequestro di tutto il materiale. Sono in corso ulteriori indagini per l'individuazione delle numerose piante coltivate e nascoste nei boschi, nelle zone vicine. L'operazione è stata battezzata 'Coltivazione marijuana di guerriglia'. Per "coltivazione di guerriglia" ci si riferisce al fenomeno, molto comune nella provincia di Pisa, della coltivazione di cannabis indica da cui si ricava la marijuana in luoghi isolati dove la gente raramente si aggira come i boschi. (Fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navicelli, coltivazione 'marijuana di guerriglia': una denuncia

PisaToday è in caricamento