Emergenza Coronavirus: i Comitati cittadini presenti per la ripartenza

Dal Coordinamento una lettera indirizzata al sindaco Conti per chiedere di essere coinvolti nella gestione delle problematiche della città

Una lettera indirizzata al sindaco di Pisa Michele Conti per chiedere di far parte della 'cabina di regia' che dovrà guidare la ripresa della vita sociale ed economica della città durante e dopo la pandemia da Covid-19. E' quella scritta dal Coordinamento dei Comitati cittadini di Pisa, per mano del suo presidente Francesco Pozzi.
Il Coordinamento condivide l'intento dell'amministrazione comunale di trovare una soluzione 'corale' per uscire dalla difficile situazione, coinvolgendo quindi la Camera di commercio e le associazioni di categoria, per questo Pozzi chiede al sindaco di "entrare  nella 'cabina di regia', dove potremo portare le nostre proposte costruttive, nel segno di quella cittadinanza attiva che ha caratterizzato la nascita e lo svolgimento delle nostre attività e che rappresenta la voce dei cittadini che, soprattutto in questo caso, va ascoltata".

"Il Coordinamento ha apprezzato il Suo impegno nella fase di emergenza, accogliendo anche le richieste di chiusura degli spazi di assembramento prima del Governo, come Lei ha ricordato in Consiglio comunale ringraziando i Comitati delle sollecitazioni fatte in tal senso - scrive il presidente dei Comitati Francesco Pozzi nella missiva al sindaco - in precedenza, Lei ha contribuito alla nascita del Tavolo di osservazione sul fenomeno della mala movida, istituito dal Prefetto, con il nostro coinvolgimento, in rappresentanza dei cittadini. Siamo sicuri che vorrà anche in questa situazione aprire alla partecipazione del Coordinamento dei Comitati cittadini".

"Siamo consapevoli che 'niente sarà più come prima' e si rende necessaria una riflessione sul futuro della città per individuare nuove forme di vita e di convivenza - riflettono dal Coordinamento - si tratta di ripensare un miglioramento condiviso in tutti i settori in cui abbiamo una specifica competenza, dalla salute al commercio, dalla mobilità alla sicurezza, dal turismo sostenibile alla cultura, dal ripopolamento della città alle agevolazioni fiscali e tributarie. Senza trascurare i temi più sentiti dai nostri aderenti come la qualità della vita in un contesto urbano rigenerato e la collaborazione diretta dei cittadini alle scelte dell’amministrazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, nuovo picco: 2.765 positivi, 326 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Cisanello, ambulanze in fila per l'area Covid: "In piena fase emergenziale, serve la collaborazione di tutti"

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Coronavirus in Toscana, quasi 2mila nuovi casi positivi nelle ultime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento