Rissa in centro, Filippeschi: "Chiediamo la reazione degli apparati dello Stato"

Il sindaco commenta i fatti avvenuti nella notte tra lunedì e martedì: "Gli scontri sono un fatto grave. Il Governo faccia la sua parte per potenziare i controlli e gli organici"

"Serve il controllo più rigoroso. Chiediamo la reazione più forte degli apparati dello Stato, oltre che un'informativa sull'accaduto e sui tempi e i modi di risposta". E' questo il commento del sindaco, Marco Filippeschi, ai fatti avvenuti nella notte tra lunedì 18 e martedì 19 giugno in centro città, con la maxi rissa tra tunisini e centroafricani, principalmente senegalesi, nella quale è rimasto coinvolto anche il titolare del locale Bazeel di Piazza Garibaldi, Dario de Nigris, che ha riportato la frattura del setto nasale.

Rissa in Vettovaglie: bottiglie, pietre e sangue in centro

"Confidiamo in pronte azioni d'indagine - afferma Filippeschi - e in provvedimenti dell'autorità giudiziaria. Gli scontri avvenuti in lungarno Pacinotti, fra spacciatori, con lancio di bottiglie, con il ferimento di un operatore che lavora in quest'area cruciale della città, molto frequentata la notte, e il coinvolgimento di un altro cittadino, sono un fatto grave. Tutta la vicinanza alle persone coinvolte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Anche nelle ultime riunioni del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza - prosegue Filippeschi Filippeschi - ho chiesto di alzare la guardia, di aumentare la pressione preventiva, a partire dalla situazione aggravatasi in via Consoli del Mare e piazza Bolelli-Vallerini. L'appello è venuto da tutte le rappresentanze sociali e dai gruppi whatsapp 'sguardo di vicinato' che si sono costituiti positivamente e che cercano collaborazione e risposte. Il Governo faccia la sua parte: deve garantire quanto concordato anche recentemente nel Patto per la sicurezza urbana, per il controllo del nostro territorio, per contrastare lo spaccio di droghe e per potenziare gli organici delle forze dell'ordine, secondo la rivendicazione molto motivata per la quale la città combatte da tempo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento