Edificio in via Pellizzi: confronto tra cittadini e Comune in Commissione urbanistica

Il Comitato dei cittadini di via Battelli ascoltato in Commissione consiliare insieme ai dirigenti dell'ufficio e all'assessore Dringoli

Confronto a tutto tondo e sostanzialmente interlocutorio, questa mattina, 3 febbraio, tra alcuni rappresentati del comitato dei cittadini di via Battelli e i membri della la Commissione Urbanistica del Comune sulla possibile realizzazione di un nuovo edifico, il cosiddetto 'Giardino verticale', in via Pellizzi. Da un lato le esigenze dei cittadini di un quartiere che evidenziano tutte le difficoltà a sopportare un nuovo carico urbanistico che deriverebbe dalla costruzione di un nuovo edificio (20 appartamenti) e dall'altro, invece, l’attuale quadro normativo che consentirebbero sostanzialmente la possibilità di poter costruire un nuovo palazzo. 

Per il comitato dei cittadini di via Battelli erano presenti Piera Iorio, Ornella Aglioti e Giovanna Bernardini. Per quanto riguarda i membri della Commissione Urbanistica del Comune erano presenti i consiglieri Maurizio Nerini (Nap-FdI) che è anche presidente di questa Commissione Urbanistica, Manuel Laurora (gruppo misto), Emanuela Dini (Lega), Alessandro Tolaini (M5S), Alberto Conversano (Lega), Antonino Azzarà (Lega), Marco Biondi (Pd), Andrea Serfogli (Pd), i rappresentati di Diritti in Comune, Tiziana Nadalutti e Teresa Arrighetti, l’assessore all’urbanistica del Comune, Massimo Dringoli e i tecnici dell’ufficio urbanistica del Comune, Daisy Ricci e Roberto Sorrentino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Strutture sociosanitarie: focolai in tre centri del pisano

  • Positivo al Covid si barrica nella stanza dell'ospedale Cisanello

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

Torna su
PisaToday è in caricamento