Cronaca

Compagnia di San Ranieri: un anno all'insegna della carità

Con la Messa in Cattedrale celebrata dall'Arcivescovo Benotto, il sodalizio guidato dal Priore Riccardo Buscemi ha concluso l'anno sociale. Consegnate alla Caritas Diocesana le offerte raccolte in occasione delle numerose attività organizzate.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Si è chiusa per la pausa l’intensa attività sociale della Compagnia di San Ranieri: i confratelli e le consorelle hanno partecipato in Cattedrale alla Santa Messa celebrata all’altare di San Ranieri dall’Arcivescovo Giovanni Paolo Benotto. Nella sua omelia il presule, prendendo spunto dall’esortazione del Vangelo “Venite a me Voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io Vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di Voi” ha invitato i presenti ad affidarsi senza timore completamente a Gesù, accettando con fede i “pesi” e le “responsabilità” del Signore. L’Arcivescovo ha infine esortato la Compagnia a continuare l’azione divulgativa di San Ranieri e della sua santità, per alimentare continuamente nella memoria collettiva un modello di carità ed un riferimento identitario da offrire alla città. Al termine il Priore Riccardo Buscemi ha consegnato al Direttore della Caritas Diocesana Don Emanuele Morelli un assegno di € 2.000 come frutto delle tante iniziative di carità svolte dalla Compagnia nel corso dell’anno (alcune in collaborazione con l’Associazione il Mosaico): la messa mensile celebrata dal Correttore Mons. Giuliano Catarsi, il corso di musica per i carcerati, il presepio in Municipio, il calendario quest’anno dedicato al 900° anniversario della consacrazione del Duomo, i Quattro concerti di Quaresima, il burraco di Solidarietà, la mostra di ricami nella cripta della Chiesa di San Pierino, i rapporti spirituali riallacciati con le comunità d’Oltre Mare anch’esse devote a San Ranieri. Don Emanuele Morelli ha aggiornato i presenti sul numero degli utenti, che ha raggiunto la cifra record, purtroppo in continua ascesa, di 450 famiglie. “Aiuti come quelli della Compagnia di San Ranieri ci fanno bene e ci incoraggiano” ha aggiunto. A seguire momento conviviale prima della pausa estiva “meritatissima per tutti i confratelli e le consorelle” osserva Riccardo Buscemi ” che con il loro impegno rendono viva la Compagnia di San Ranieri!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compagnia di San Ranieri: un anno all'insegna della carità

PisaToday è in caricamento