Cronaca

Complesso Marchesi, tutto tace: "E' di nuovo fermo"

Dal Comitato per la realizzazione della nuova struttura denunciano la situazione di stallo dopo il bando della Provincia

Una passata manifestazione per il Complesso Marchesi

Un Consiglio d'istituto allargato a genitori, docenti e lavoratori del Complesso Marchesi per fare il punto sullo stato del progetto del nuovo complesso scolastico. L'iniziativa, in programma per stasera, lunedì 3 giugno alle ore 18 presso l'aula magna del Liceo Buonarroti, è lanciata dal Comitato Nuovo Marchesi che negli ultimi 4 anni ha seguito l'evoluzione della vicenda.

"Di nuovo tutto fermo. Diciotto mesi fa il deposito del progetto definitivo, poi il nulla - denunciano dal Comitato - il Complesso, che ospita circa 1.300 ragazzi e che mantiene un trend di domande di iscrizione sempre in crescita, nonostante le note ed evidenti carenze strutturali rimane un fiore all’occhiello della nostra provincia. Una città come Pisa che vive di intelletto e 'vende' saperi a tutti i livelli ha, anche in questi Istituti, un motore culturale da non disperdere".

"Nel 2015 una lastra di vetro di copertura cadde all’interno di un'aula per fortuna casualmente vuota; questo avvenimento è stato un vero e proprio punto di svolta che ha reso impossibile ignorare ancora le gravi e molteplici carenze della struttura accumulate nel tempo. Nonostante i numerosi e dispendiosi interventi di manutenzione che sono stati realizzati (negli ultimi 6 anni sono stati spesi più di 6 milioni di euro) gli studenti si ritrovano in classi dove è considerato 'normale' che piova, per non parlare delle rigide temperature d’inverno - sottolineano dal Comitato - la struttura è inadeguata per molti degli standard fondamentali e per questo è stata presa la saggia decisione della ricostruzione integrale, anche in considerazione del fatto che l’alternativa della ristrutturazione/adeguamento sarebbe risultata meno efficiente e addirittura più onerosa, senza il superamento delle criticità segnalate più volte dalle autorità di controllo".

"I vincitori del bando della Provincia per la progettazione hanno depositato il progetto definitivo oltre 18 mesi fa. Poi il silenzio - denunciano ancora dal Comitato Nuovo Marchesi - alcune domande sorgono spontanee: qual è la situazione attuale? Perché è tutto fermo? Perché ne devono fare le spese gli studenti e i lavoratori? Che cosa può fare la cittadinanza per uscire da questo ingiustificabile stallo?".

Da questi interrogativi l'idea dell'incontro di stasera, per spingere la realizzazione di un'opera non più rimandabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Complesso Marchesi, tutto tace: "E' di nuovo fermo"

PisaToday è in caricamento