rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Castelfranco di Sotto

Completato il 'Grande anello di Orentano': un sentiero verde per tutti

Un percorso di 20 chilometri che si snoda tra le frazioni di Castelfranco e la via Francigena

E' stata appena completata l'installazione della cartellonistica che indica il sentiero del 'Grande Anello di Orentano'. Un percorso, ad anello appunto, di quasi 20 chilometri che collega le frazioni di Orentano, Villa Campanile e Galleno passando anche per la via Francigena. Un’occasione per attraversare le corti, la fonte del Sasso e le tante piccole bellezze del luogo, tutte da scoprire. Il progetto è stato svolto su proposta del Centro Commerciale Naturale delle frazioni di Castelfranco di Sotto in collaborazione con il Comune di Castelfranco di Sotto che ha dato un contributo per la realizzazione e installazione della cartellonistica.

L’anello individuato e segnato con frecce tipo CAI permetterà, partendo dall’abitato di Orentano (ma anche di Villa Campanile, Galleno, Corte Nardi etc..), di toccare i luoghi più iconici del territorio, dalla via Francigena e i suoi boschi fino alle fonti del territorio (Fonte di Pierdo, del Sasso, del Leone, del Ghiandone). Inoltre l’anello, fattibile in una tranquilla giornata di cammino, mette in connessione anche luoghi di grande interesse storico partendo proprio dal Museo di Orentano, per arrivare nei pressi degli scavi romani ed etruschi del Bientina (Ponte ai Gini) fino al selciato storico della Via Francigena a Galleno.

I 20 chilometri del percorso ad anello partono idealmente dal campanile di Orentano, dopo aver percorso il tratto di connessione con la via Francigena che porta fino a Villa Campanile. Procedendo poi in direzione sud, il tracciato porta fino all’abitato di Galleno, dove, una volta lasciato l’antico selciato francigeno, si prosegue lungo la vecchia via Livornese (oggi via Baldacci), seguendola fino a percorrere la valle del rio di Ponticelli fino alla Località Paduletta. Una volta attraversato il rio sul ponte in cemento, si raccorda con la via Vicinale di Novello che conduce nei pressi della Fonte del Leone. In questo tratto è prevista una variante, dato che il tratto della fonte è privato (di uso pubblico solo l’ultimo tratto corrispondente alla via vicinale di Rialta).

Sia procedendo dalla via di Novello, sia lungo la variante del Leone, il percorso porta ad attraversare Corte Nardi (strada asfaltata a basso scorrimento) e si immette poi nella via vicinale di Serradrigo (o Serrarigo che dir si voglia) fino al bivio con il tratto che porta alla Fonte del Sasso. Da qui si prosegue fino a prendere la via vicinale del Prunello che riporta in via delle Fontine per poche centinaia di metri e poi si immette nella via vicinale di Bocciolino fino alla palestra di Orentano. Da qui lungo il marciapiede, una volta oltrepassata la scuola, si giunge al Museo di Orentano e poi a chiudere l’anello al Campanile dopo poco meno di 20 chilometri e 5 ore di tranquilla passeggiata con possibilità di sosta lungo il percorso, essendo Galleno a metà di questo.

"La bellezza del nostro territorio è unica al mondo, dobbiamo farlo scoprire sia a chi la abita, sia a chi viene da fuori - hanno commentato il sindaco Gabriele Toti e l’assessore Ilaria Duranti - questo sentiero è un ottimo strumento per facilitare questa scoperta, accompagnando i pellegrini della via Francigena, ma anche semplicemente chi ama passeggiare o andare in bicicletta, nei luoghi più belli e caratteristici delle nostre frazioni". "Con l’arrivo della bella stagione alle porte siamo sicuri che in molti solcheranno questo percorso. Ringraziamo il CCN delle frazioni per l’impegno che mettono nella promozione del territorio. Sosteniamo convintamente questo tipo di iniziative. E attendiamo le passeggiate e pedalate che presto saranno organizzate per vivere e conoscere meglio le Cerbaie e le bellezze paesaggistiche circostanti".

"Invito tutti, residenti e non, a percorre questi sentieri in queste belle giornate di sole a piedi, o in bicicletta o a cavallo, ed a godere dell’aria pulita che si respira nel bosco e del benessere fisico e psicologico che ne consegue - ha aggiunto Stefano Barghini, presidente del CCN delle frazioni - è veramente una grande fortuna vivere in un luogo così ricco dal punto di vista naturalistico e storico. Più delle nostre parole vale la vostra esperienza. Questa iniziativa, come i cartelli di benvenuto, del Centro Commerciale Naturale delle frazioni, è legata alla valorizzazione del territorio con il marchio 'Nel Cuore della Toscana' e relativa app e sito web".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Completato il 'Grande anello di Orentano': un sentiero verde per tutti

PisaToday è in caricamento