Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Mura urbane: fallito il primo tentativo si lavora al nuovo bando di gestione

La gara dovrebbe essere pubblicata nelle prime settimane del 2017 e prevederà unicamente la gestione del camminamento in quota. Novità anche su tariffe e orari di apertura

Fallito il primo tentativo l'amministrazione comunale di Pisa è al lavoro per preparare il nuovo bando di gestione delle mura medievalli che dovrebbe essere pubblicato nelle prime settimane del 2017. La Giunta ha infatti approvato nei giorni scorsi un atto di indirizzo per l'indizione della nuova gara. Il primo avviso pubblico, a sopresa, era andato deserto nonostante il grande interesse suscitato dal camminamento in quota. Ma evidentemente un conto è l’attrattività per i turisti, un altro le valutazioni economiche fatte dai soggetti imprenditoriali in base ai 'paletti' posti nel bando dall’amministrazione.

GESTIONE. La novità principale è che il nuovo bando riguarderà unicamente la gestione delle mura medievali. L'amminsitrazione ritiene infatti che "la soluzione più idonea, al momento, sia quella di prevedere una gestione separata delle mura dal Giardino Scotto" e di procedere pertanto ad una "nuova procedura di gara che riguardi solamente la concessione della gestione delle mura urbane". Il nuovo bando dovrà inoltre prevedere "l’estensione della concessione anche ai locali del Bastione del Parlascio, che saranno restaurati con la funzione di accesso al percorso in quota delle Mura, riservandosi ulteriori valutazioni in merito alla concessione dei restanti locali, una volta completati i lavori di restauro", e la possibilità che "il parco urbano di San Silvestro posto lungo il percorso delle mura dell’area est, divenga oggetto di progetti d’uso da valutare in sede di gara".

TARIFFE. Altre novità riguradano le tariffe. Il primo bando prevedeva infatti che almeno per il primo anno di apertura, il percorso in quota fosse "accessibile gratuitamente dalla torre Piezometrica fino a piazza del Rosso e a pagamento nel tratto che va dalla torre Piezometrica a piazza del Duomo". Il biglietto aveva inoltre un costo massimo previsto di 3 euro con sconti e abbonamenti speciali per i residenti dei comuni dell’area pisana e per tutta una serie di 'categorie' (studenti, under 14 e over 65, disabili etc). Il nuovo bando dovrà invece prevedere "una piena e libera determinazione del prezzo del biglietto da parte dei concorrenti" che potranno quindi individuare "politiche tariffarie in base ad autonome analisi di mercato, con prezzi eventualmente differenziati per alta/bassa stagione, per modalità di acquisto (online o in loco), per lunghezza del tratto percorso. Nel piano tariffario potranno essere previsti anche tratti gratuiti sulla base delle dinamiche dei flussi turistici". Il piano tariffario dovrà comunque prevedere sconti per studenti, residenti, bambini e anziani con l'ingresso gratuito per minori fino a 8 anni di età, guide turistiche e disabili. L'amministrazione potrà inoltre disporre fino a 5 ingressi gratuiti annuali per tutti i visitatori in occasione di iniziative di particolare rilievo. Infine dovrà essere previsto l’inserimento del camminamento in quota nel circuito della Pisa card al momento della sua attivazione.

ORARI. Novità anche per quanto riguarda gli orari di apertura. Se il precedente bando stabiliva l'apertura "per un minimo di 8 ore per almeno 25 giorni al mese" la nuova gestione potrà avere una maggiore flessibilità oraria che tenga conto "della distinzione tra giorni feriali e festivi e delle dinamiche dei flussi stagionali", prevedendo "per il periodo in cui è in vigore l’ora legale un apertura quotidiana di almeno 8 ore, mentre per la stagione invernale che venga premiato il progetto con la migliore modalità di fruizione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mura urbane: fallito il primo tentativo si lavora al nuovo bando di gestione

PisaToday è in caricamento