Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Porta a Lucca / Via Federico Chiarugi, 5

Tower Festival 2014: grande spettacolo alla serata inaugurale con Elio e le Storie Tese

La 3 giorni di sport al Cus Pisa parte col botto: quasi in 3mila hanno assistito all'esibizione degli inimitabili Elio e le Store Tese, fra musica, parodie e sketch comici. E' previsto per il Tower Festival di quest'anno un giro di circa 10mila persone

Era molto atteso e non ha tradito le aspettative. Il concerto della band più eclettica del panorama musicale italiano ha animato per quasi 2 ore la nuova area manifestazioni del Cus Pisa, che per l'occasione ha raccolto quasi 3000 fan del gruppo milanese guidato da Elio, al secolo Stefano Belisari. Solo venerdì hanno partecipato ai tornei circa 1000 ragazzi e sono attese in totale 10mila persone per la rassegna sportiva giunta alla sua quinta edizione.

A fare gli onori di casa è stato il presidente del Cus Denny Innamorati, seguito dal saluto dell'assessore alla cultura Dario Danti. Innamorati ha ricordato che "stasera siamo qui non solo per divertirci ma anche per uno scopo benefico. I proventi dell'intero evento andranno infatti al Cus L'Aquila". "A 5 anni di distanza – ha ringraziato il presidente del Cus L'Aquila Francesco Bizzarri – ricordarsi di noi è un pensiero bellissimo. E' il segnale che lo sport ha sempre un valore sociale". Subito dopo, a seguito dell'immancabile grido 'Forza Panino!', comincia lo show degli Elii.

"Siamo quasi alla fine del concerto – esordisce Elio, subito dopo la prima canzone – ormai abbiamo una certa età, non siamo mica i Rolling Stones". Solo uno degli esempi di ironia che si susseguono dal palco, dove anche la brutta notizia dell'assenza di Rocco Tanica diventa l'occasione per una battuta: "Purtroppo aveva una partita di badminton e non è potuto venire. Questioni di priorità". Lo sostituisce il maestro Vittorio Cosma, presentato come "cantante dialettale" quando in realtà è uno dei musicisti di riferimento del panorama italiano contemporaneo.

Lo spettacolo è incalzante e l'esibizione musicale è magistrale, con variazioni di ritmo e genere che saltano dalla salsa al reggae all'hard rock nel giro di pochi secondi. La voce di Paola Folli è dinamite, ma sul palco è difficile dire chi non sia un artista di valore assoluto. Sopra i Faso, i Cesareo, i Christian Meyer e i Jantoman non può che esserci solo lui, Mangoni, l'esecutore materiale delle fantasie degli Elii, capace di travestirsi da Elvis e di donare la propria vita in onore del Rock and Roll. Storie di ordinaria follia fra le canzoni e le scenette che si susseguono sul palco, da "Pube" e "Jimmy il pedofilo", fino a "La canzone mononota", il "Complesso del Primo Maggio" e "Parco Sempione", per chiudere in bellezza con la immancabile "Tapparella".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tower Festival 2014: grande spettacolo alla serata inaugurale con Elio e le Storie Tese

PisaToday è in caricamento