Emergenza Coronavirus, verso la 'fase 2': concessionarie auto pronte a ripartire in sicurezza

Plexiglass per le postazioni di consulenti e venditori, doppia sanificazione giornaliera dei saloni, sale di attesa con gel igienizzante e appuntamenti su prenotazione: le concessionarie pisane sono pronte ad accogliere i clienti il 4 maggio

Una data cerchiata di rosso sul calendario e circondata dal verde della speranza per una 'fase 2' che segna il primo, timido tentativo di ritornare verso la normalità dopo il lockdown di quasi due mesi per contenere il contagio del Coronavirus. Lunedì 4 maggio le concessionarie auto torneranno ad accogliere i loro clienti nei saloni e negli showroom allestiti con tutti i presidi per la sicurezza, nel rispetto delle indicazioni fornite dalle autorità sanitarie. Abbiamo fatto il punto della situazione con alcuni rivenditori pisani, che ci hanno illustrato tutti i passaggi messi in campo per tornare a lavorare a contatto con la clientela. Il tratto comune e limite invalicabile per tutti, sia i lavoratori che gli 'avventori' dei saloni, è la prenotazione: senza un appuntamento fissato in anticipo con la concessionaria, non si può entrare nello showroom e neanche nell'officina per il servizio di manutenzione e assistenza al veicolo.

E' questo il punto di partenza della 'fase 2' per Simone Bussola di 'Carelli e Bussola', Olimpia Brogi di 'Brogi & Collitorti', Marco Petri di 'Toyota Scotti' e Francesca Notarfonso di 'Audi Scotti'. "Da due settimane è già in funzione la nostra officina - spiega Simone Bussola - abbiamo attuato un protocollo sanitario stilato dal nostro medico curante che, oltre ai dispositivi di protezione individuale e la misurazione della temperatura per tutti i nostri operatori, prevede anche il plexiglass in tutte le postazioni di venditori e front office". Per tutte le vetture che vengono consegnate dai clienti per la manutenzione e l'assistenza, inoltre, "abbiamo predisposto anche la sanificazione obbligatoria del veicolo. In aggiunta viene fatta anche la pulizia del filtro del polline". E poi c'è la sanificazione totale dello showroom: dalle auto in esposizione alle penne, perfino i pos, la mattina e prima della chiusura serale.

'Brogi & Collitorti' nell'area dell'officina utilizza una busta sterile per la consegna delle chiavi dell'auto, e anche la penna utilizzata dal cliente è monouso. "Abbiamo cercato di ridurre al minimo il contatto tra meccanico o venditore e cliente" spiega Olimpia Brogi. "Naturalmente tutti gli appuntamenti vengono fissati con una prenotazione anticipata: inviamo tramite sms l'autocertificazione al cliente, in modo che possa recarsi alla concessionaria senza alcun problema". 'Brogi & Collitorti' mette a disposizione anche il servizio di 'pick up and delivery' per tutte quelle persone che non possono consegnare di persona la vettura all'officina: "E abbiamo pensato anche al test drive - conclude Brogi - le auto vengono sanificate ovviamente all'apertura del salone, e al termine di ciascuna prova. Il guidatore è dotato di guanti e mascherina e il venditore si siede nel sedile posteriore".

Anche da 'Toyota Scotti' i clienti troveranno le postazioni dei venditori protette dal plexiglass, e anche qui si potrà accedere esclusivamente su appuntamento. "In terra abbiamo applicato anche la segnaletica per il corretto distanziamento - commenta Marco Petri - e su tutti i nostri canali ufficiali comunicheremo ogni giorno le buone norme di comportamento". Naturalmente anche i test drive seguiranno le rigide indicazioni della sanificazione, con protezioni usa e getta per tutte le parti dell'auto che entrano in contatto con il cliente: "Il venditore si siede nel sedile posteriore, separato con un plexiglass dall'abitacolo anteriore". 'Toyota Scotti' è il rivenditore ufficiale dei mezzi ibridi della casa giapponese, una tipologia di veicoli che proprio nella 'fase 2', ma anche una volta che sarà terminata l'emergenza, potrebbe essere prediletta dalla clientela. "Tutti abbiamo visto le immagini dell'inquinamento ridotto dal blocco del traffico in Pianura Padana come nel resto dell'Italia" afferma Marco Petri. "Sono istantanee che esprimono un messaggio potente, più di qualsiasi studio scientifico. Nel medio termine questa fetta di mercato delle automobili potrebbe ampliarsi, incentivata dal desiderio delle persone di non aumentare l'inquinamento".

Oltre a tutte le procedure di sicurezza standard, infine, da 'Audi Scotti' i clienti potranno trovare un paio di servizi in più: "Il servizio di 'pick up and delivery' gratuito verrà prolungato a tutto il mese di maggio - spiega Francesca Notarfonso - per quanto riguarda il test drive, invece, stiamo definendo la guida assistita da remoto. Nell'abitacolo ci sarà soltanto il cliente, accompagnato dalla concessionaria dal venditore che si collegherà tramite videochiamata. Le auto in esposizione infatti sono munite di regolare targa, perciò possono circolare nel percorso di prova con il solo guidatore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento