Cronaca Marina di Pisa / Via Bigattiera Lato Mare

Campo nomadi della Bigattiera: condannati i quattro usurai

Le indagini preliminari hanno portato alla condanna di 4 fratelli macedoni che insieme ad un cugino minacciavano ed estorcevano soldi ad alcuni imprenditori in difficoltà

Sono quattro le condanne emesse dal giudice delle udienze preliminari Elsa Iadaresta, nell’ambito dell’operazione “100%”, eseguita dai Carabinieri del nucleo investigativo di Pisa. Lo scorso maggio 2011 erano stati tratti in
arresto 5 cittadini macedoni,
accusati di usura e reati contro il patrimonio. Il giro di affari calcolato era di alcune centinaia di migliaia di euro. Con la condanna sono stati confiscati i beni sotto sequestro, tra cui 3 autovetture.

Le indagini, iniziate dopo la denuncia di un imprenditore, hanno dimostrato l’esistenza di una vera e propria associazione criminale, che si era radicata all’interno del campo nomadi di via della Bigattiera: 4 dei 5 arrestati sono fratelli, il quinto invece è un cugino che viveva a Pistoia. Sono state determinanti le intercettazioni, con le quali si è potuto risalire a cinque casi di usura.

A due piccoli imprenditori in difficoltà economiche venivano praticati tassi di usura che oscillavano tra il 40% ed il 400% su base mensile. Singolare il caso di un imprenditore che, dopo un prestito di 3 mila euro, ne doveva ridare 100 mila nel giro di 15 mesi.

Durante gli incontri con gli usurai, che si tenevano quasi sempre nel campo nomadi, le vittime venivano minacciate con intimidazioni che prospettavano l’irruzione nelle abitazioni e il furto di tutti i loro averi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo nomadi della Bigattiera: condannati i quattro usurai

PisaToday è in caricamento