Cronaca

Si intasca i soldi delle visite in ospedale: condannato chirurgo

Un chirurgo dell'Azienda ospedaliera pisana è stato accusato di peculato e condannato a tre anni. E' stato inoltre sospeso dall'Università dove insegna per cinque anni con stipendio dimezzato

Azienda Ospedaliera Pisana

Condanna a tre anni con l'accusa di peculato. E' la sentenza emessa lo scorso 6 giugno dal tribunale di Pisa ai danni di un chirurgo dell'Azienda ospedaliera Universitaria Pisana accusato di essersi appropriato delle somme di denaro che i pazienti pagavano per le visite che precedevano l'intervento operatorio. Secondo l'accusa, una parte di questa cifra, sarebbe dovuta andare alla struttura in quanto il medico visitava in "intramoenia".

Sul caso si è espressa anche l'università di Pisa in quanto Berti è professore associato alla facoltà di Medicina. Pertanto, essendo un dipendente pubblico, il rettorato ha applicato la normativa che prevede la sospensione del servizio in via cautelare in attesa che il percorso giudiziario arrivi alla definitiva conclusione. L'università, quindi, dal primo agosto ha sospeso il professor Piero Berti per cinque anni dimezzando anche il suo stipendio.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si intasca i soldi delle visite in ospedale: condannato chirurgo

PisaToday è in caricamento