rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Confcommercio: “Cappuccino a 20 euro. Non criminalizziamo i bar onesti!”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

“L'immagine di una intera categoria di Bar e di Pubblici Esercizi pisani, non può e non deve essere confusa con quella di un solo singolo, i cui comportamenti scorretti sono molto ben evidenziati dalle cronache e sistematicamente sanzionati dalle autorità. A perdere la faccia, in queste spiacevoli situazioni, è purtroppo non solo la categoria che rappresentiamo, ma addirittura l'intera città di Pisa. Per questo motivo, come Fipe Confcommercio prendiamo pubblicamente le distanze e condanniamo con forza questo comportamento che riteniamo scorretto in maniera estrema, da parte di chiunque esso provenga. Affermiamo altresì che la stragrande maggioranza dei titolari di Pubblici Esercizi è composta da professionisti, che lavorano in massima trasparenza ed onestà. Tuttavia, siamo convinti e ribadiamo che gesti simili non autorizzano alcuna generalizzazione né tantomento alcuna criminalizzazione. Come Sindacato dei Pubblici esercizi auspichiamo un sistema di sanzioni ancora più intransigente per colpire questi deplorevoli casi e rinnoviamo la nostra offerta di massima collaborazione alle autorità, affinché simili spiacevoli episodi non debbano più verificarsi”.


Enrico Guardati
Presidente Fipe Confcommercio Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio: “Cappuccino a 20 euro. Non criminalizziamo i bar onesti!”

PisaToday è in caricamento