Cronaca

Confcommercio Pisa: “Chiediamo il 'Bilancio del turismo' e il rilancio del litorale”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

“Apprezziamo la proposta del vicesindaco Paolo Ghezzi di istituire un tavolo permanente del turismo, sul modello di “Vivere Pisa”, l'organismo interno a Confcommercio, che raccoglie la rappresentanza delle principali categorie della filiera turistica-ricettiva: dalle agenzie di viaggio alle guide turistiche, dagli stabilimenti balneari agli alberghi. E' necessaria però una decisa inversione di rotta rispetto alle politiche miopi degli ultimi 5 anni, in cui il turismo è stato considerato una cassaforte per le neccessità di bilancio dell'amministrazione comunale e non viceversa un settore in cui investire risorse. Diventare la porta privilegiata di accesso alla Toscana è un obiettivo a portata di mano, così come prolungare la permanenza media dei turisti, oggi di poco superiore all'1,4 di media. Una città che ha una attrattività internazionale fortissima: nel 2011 sono stati più di 350.000 gli stranieri che hanno visitato Pisa, a fronte dei 215 mila di Siena, dei 142 mila di Lucca, dei 121 mila di Arezzo, dei 47 mila di Livorno. Solo nel comune di Pisa ci sono 6.337 camere e 14.688 posti letto, contro le 3.337 camere e i 7.782 posti letto di Siena, o le 1914 camere e 3846 posti letto di Lucca. In partica, il doppio di Siena, ancora di più rispetto a Lucca. Sono 68 gli alberghi pisani, contro i 47 di Siena, i 33 di Lucca, i 38 di Livorno. Insomma, numeri da primato che vanno valorizzati. Per questo, riteniamo fondamentale all'interno del bilancio comunale, estrapolare un vero e proprio "Bilancio del Turismo", per capire nel dettaglio l'entità delle entrate generate dal settore (chek point, tassa soggiorno, parcheggi, altri servizi..) e quali le risorse realmente reinvestite. Poi, occorre rafforzare tutte quelle politiche di incentivo a prolungare il soggiorno in città, attraverso un coinvolgimento autentico e pro-attivo di tutti gli imprenditori turistici. Infine, coinvolgere e rilanciare davvero il litorale pisano all'interno di tutte le inziative di promozione, commercializzazione e valorizzazione della nostra città. D'accordo con interventi a medio e lungo termine, ma esistono problemi urgenti che richiedono soluzioni tempestive: da quanti anni chiediamo di rimettere mano a piazza Belvedere, piazza Viviani, oppure una illuminazione decente o ancora il ripristino delle strade bianche? A queste domande urgono risposte, possibilmente concrete”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio Pisa: “Chiediamo il 'Bilancio del turismo' e il rilancio del litorale”

PisaToday è in caricamento