Cronaca

Per conoscere le tradizioni storiche pisane: la Magistratura Santa Maria racconta il Gioco del Ponte

In vista della battaglia sul carrello, che torna il 25 giugno dopo lo stop causato dalla pandemia, la Magistratura riallaccia i contatti con il tessuto cittadino

La Magistratura di Santa Maria del Gioco del Ponte prosegue e rilancia la propria attività civile e culturale nella divulgazione del Gioco, in attesa della battaglia fissata per sabato 25 giugno.
Si è tenuta infatti nei giorni scorsi una conferenza sul tema Gioco del Ponte e tradizioni storiche pisane presso il Centro Polivalente UISP, organizzata e curata dal Magistrato Gianluca Fornari, alla presenza dell’Ufficiale Addetto della Magistratura Claudio Carmignani e dei due anziani consiglieri esperti di gioco Mario Cerrai e Lorenzo Davini.

Davanti ad un interessato pubblico sono state esposte caratteristiche, aneddoti e curiosità relative al principale gioco storico cittadino, anche con la visione di materiale audiovisivo e di altri documenti. L’obiettivo dell’attività civile è quello di promuovere sempre di più la diffusione ed il radicamento del Gioco e della storia pisana.

In questo quadro, nei momenti di minore stretta della pandemia, si era inserita anche la partecipazione della Magistratura al progetto 'Chiese Aperte' insieme ad altre realtà associative, promosso dall’Arcidiocesi e volto a garantire l’apertura in alcuni giorni di edifici di culto storici privi di parroco, per renderli fruibili ai fedeli ed ai numerosi turisti.

I prossimi appuntamenti della Magistratura prevedono la benedizione della bandiera che si terrà presso la Chiesa di San Sisto in Cortevecchia, nel cuore del quartiere, e la contestuale riapertura al pubblico, dopo la pandemia, della sede civile assegnata dall’amministrazione comunale e situata in via Pasquale Paoli.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per conoscere le tradizioni storiche pisane: la Magistratura Santa Maria racconta il Gioco del Ponte
PisaToday è in caricamento