rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Confesercenti striglia la giunta Conti: "Tante le questioni da risolvere, servono risposte"

Diverse le problematiche sollevate dall'associazione di categoria: dalle bancarelle al litorale, dalla Ztl alle nuove aperture nel centro storico: "I commercianti non possono aspettare i tempi della burocrazia"

Confesercenti Toscana Nord striglia la giunta Conti. L’occasione di un vivace faccia a faccia con l’assessore al Commercio Paolo Pesciatini è stata la riunione di presidenza dell’area pisana che ha nominato il nuovo responsabile del centro storico. Sul tavolo una serie di questioni per le quali i commercianti hanno chiesto all’amministrazione risposte efficaci.

"Con il sindaco Conti e con la sua giunta abbiamo instaurato un buon rapporto - spiega il presidente area pisana Luigi Micheletti - frutto soprattutto di un filo diretto che riteniamo fondamentale per noi commercianti. La fase propulsiva dei primi mesi si è però un pò arenata e adesso le questioni sul tavolo del Comune da risolvere si stanno accumulando. Ci auguriamo che si possa ripartire, visto che i commercianti pisani non sono in condizione di aspettare i tempi della burocrazia per le risposte che attendono che in alcuni casi valgono la loro sopravvivenza".

Micheletti è entrato quindi nel dettaglio. "Innanzitutto il nuovo regolamento che permetta la riapertura delle attività commerciali nel centro storico. Quattro mesi fa l’ultimo incontro con l’assessore Pesciatini che assicurava come la questione fosse in dirittura d’arrivo. Abbiamo fatto un lavoro capillare presentando una serie di osservazioni sulle quali non abbiamo mai ricevuto nessuna risposta né notizie di una nuova convocazione".

Nel mirino anche l'accordo tra amministrazione comunale e commercianti di piazza delle Vettovaglie. "Un protocollo - sottolinea l'associazione di categoria - siglato con un numero esiguo di commercianti nella zona delle Vettovaglie, come se il rispetto delle regole e dei controlli interessasse solo alcuni e non tutti e magari a secondo della iscrizione ad una associazione piuttosto che ad un’altra. Protocolli che costringono, tra l’altro, gli imprenditori ad investimenti importanti ancora da capire poi sotto quale forma verrebbero realizzati. Tutto tace anche sul nuovo piano del commercio su aree pubbliche per il quale non c’è stata nemmeno una riunione da parte dell’assessore".

Il presidente area pisana è tornato anche sulla questione della bancarelle di piazza Manin. "Gli incontri con il sindaco in questi mesi non sono mancati ma, nonostante la volontà di risolvere la questione, ad oggi non ci sono risultati concreti. Anche degli impegni presi nell’ultima riunione non abbiamo più avuto riscontro. E intanto gli ambulanti passeranno un’altra estate in condizioni a dir poco vergognose".

Il vicepresidente Massimo Rutinelli ha invece affrontato il tema della Ztl sui lungarni. "Anche quest’anno nel silenzio totale ritorna la Ztl sui lungarni con le identiche tempistiche messe in atto dalle precedenti amministrazioni. Nessuno però si è lamentato, dimenticandosi di proteste anche clamorose messe in atto gli anni passati alle quali partecipava anche chi oggi è dall’altra parte della barricata a Palazzo Gambacorti". I temi del litorale sono stati invece esposti dal presidente Alessandro Cordoni e dal presidente dei balneari Gianluca Tiozzo che hanno consegnato all’assessore Pesciatini un dossier sui capitoli ancora aperti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confesercenti striglia la giunta Conti: "Tante le questioni da risolvere, servono risposte"

PisaToday è in caricamento