Cronaca

Capitale Europea della Cultura 2019, Pisa c'è: consegnata al Ministero la candidatura

Il dossier, contenente gli elementi su cui la città della Torre punta nella corsa alla conquista del prestigioso titolo, è stato consegnato. Le città in lizza coprono tutta la penisola: si apre la 'battaglia' per la vittoria

"Consegnato! Stamattina le 80 pagine del dossier per Pisa Capitale Europea della Cultura 2019 sono state depositate al Ministero dei Beni Culturali. Pisa c'è. Comunque vada sarà un successo. Cultura è partecipazione!". E' l'assessore alla cultura Dario Danti ad annunciare sulla sua pagina Facebook la consegna del fascicolo che contiene la candidatura di Pisa al prestigioso titolo. Attivo tra l'altro anche il sito www.pisa2019.it, che contiene tutti i dettagli sulla candidatura della città della Torre, oltre che approfondimenti sulla sua storia e cultura.

La consegna del dossier avviene in un piccolo ufficio al terzo piano del Ministero dei Beni Culturali, con una bella vista sui tetti di Roma. Pochi minuti appena per la consegna del 'Bid book', venti copie in italiano e venti in inglese, il controllo dei documenti di chi consegna, un timbro sulle lettere di ricevuta e la candidatura è ufficiale. Parte così la lunga corsa delle più belle città italiane a Capitale della Cultura Europea 2019. Quante saranno davvero ancora non si sa, ma, a seguire annunci e siti web ufficiali, la lista dovrebbe coprire tutto lo stivale tra 'big' come Torino e Venezia e sorprese come Bergamo e Aosta. C'è chi fa 'squadra' come Perugia e Assisi e chi invece pare si sfiderà in casa come Palermo e Siracusa, Lecce e Taranto, Siena e Pisa, Reggio Calabria e Catanzaro. E poi ancora Ravenna, Mantova, Urbino, Caserta, Cagliari, L'Aquila. Al ministero sono rigorosamente riservati, anche se di telefonate per dubbi e chiarimenti in questi mesi pare ne siano arrivate tante e a tutte le ore, ma per candidarsi c'è tempo ancora fino alla mezzanotte di domani, anche per via telematica. Intanto, all'entrata di via del Collegio Romano è iniziata la sfilata delle singole delegazioni. Le prime a consegnare a mano i dossier sono state Pisa e Matera. Si entra un po' affannati, tra borse e scatoloni. Ma quando si esce sembra di essere già a un traguardo.


Da domani a mezzanotte l'elenco sarà ufficiale. E il destino delle candidate passerà nelle mani di un comitato ufficiale composto da 13 membri (7 nominati dalle istituzioni europee e 6 dalle istituzioni nazionali) che effettuerà una valutazione dei progetti, assisterà alle loro presentazioni e selezionerà le città finaliste. A questo punto 'l'in bocca al lupo' per la nostra bella Pisa è d'obbligo. Incrociamo le dita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capitale Europea della Cultura 2019, Pisa c'è: consegnata al Ministero la candidatura

PisaToday è in caricamento