Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus, consegne a domicilio: possibili in ztl centro storico con avviso a Pisamo

Le attività di somministrazione e ristorazione devono segnalare l'attività, che sarà possibile dalle ore 10 alle 22

A partire da oggi, 24 aprile, sarà possibile per le attività della ristorazione e somministrazione fare consegne a domicilio nel centro storico dalle ore 10 alle 22 per il tempo necessario alla consegna alla propria clientela. Per poter accedere dentro la Ztl sarà necessaria una comunicazione ufficiale indicando il numero di targa del veicolo e la denominazione dell’attività, tramite mail da inviare a Pisamo (frontoffice@pisamo.it).

"Una ulteriore misura pensata per venire incontro alle esigenze delle nostre imprese della ristorazione e somministrazione - commenta l’assessore al commercio Paolo Pesciatini - che potranno garantire un importante servizio alla propria clientela".

Sul punto interviene Confesercenti Toscana Nord: "Invitiamo i pubblici esercizi, ristoratori e pizzerie a fare molta attenzione sulla consegna per asporto visto che l’ordinanza della Regione la consente soltanto per gli esercizi di somministrazione di alimenti, escludendo però gli esercizi che somministrano bevande o, nel caso somministrino entrambi, ha limitato la possibilità di vendita per asporto soltanto agli alimenti". La specificazione del sindacato pubblici esercizi Fiepet con Adriano Rapaioli chiarifica che non si tratta di asporto generalizzato. "Ci auguriamo - conclude - che il governo dal 4 maggio dia segnali chiari di ripresa per il nostro settore. Se invece lo stop dovesse essere ancora prolungato, chiediamo alla Regione di aprire l’asporto anche alle bevande".

Soddisfatta Confcommercio: "Grazie alla nostra richiesta e alla disponbilità del Comune di Pisa - dice Daniela Petraglia, presidente di ConfRistoranti - i mezzi di consegna a domicilio dei ristoranti del centro storico potranno muoversi liberamente all'interno della Ztl, per tutta la fascia oraria che va dalle 10 alle 22, consentendoci quindi di offrire un servizio adeguato ad una platea decisamente più vasta di clienti. Inoltre, la deroga durerà fino al 30 giugno compreso, quindi si spera ben oltre l'emergenza Covid-19".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, consegne a domicilio: possibili in ztl centro storico con avviso a Pisamo

PisaToday è in caricamento