Cronaca

Navacchio, contestato il ministro del Lavoro Poletti: "No al Jobs Act"

In circa 200 si sono radunati all'esterno del Polo Tecnologico per far conoscere al ministro del Lavoro tutto il proprio dissenso verso la riforma del Governo Renzi. L'ingresso dell'edificio è stato presidiato dalle forze dell'ordine

(foto Fb)

Contestato ieri sera da circa 200 persone aderenti a varie sigle, tra cui Cobas, Exploit Pisa, Rsu della Piaggio, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti che ha partecipato ad un dibattito promosso dal Partito Democratico sul Jobs Act. Ed è proprio contro la riforma del lavoro del Governo Renzi che si sono 'scagliati' i manifestanti, esattamente come nel corso dello sciopero dello scorso 12 dicembre. Un provvedimento dunque che non viene digerito.

L'ingresso del Polo Tecnologico di Navacchio (Cascina), dove si è svolto l'incontro, è stato presidiato dalle forze dell'ordine. Vari gli slogan scanditi e gli striscioni davanti ai cancelli dell'edificio, tra cui il più classico 'No Jobs Act' fino a 'Per i potenti tutele crescenti, per gli operai legnate nei denti'.


Il ministro Poletti ha anche incontrato una delegazione di lavoratori della Provincia di Pisa che da ieri sono in presidio all'interno della sede di Piazza Vittorio Emanuele per la paura di perdere il proprio posto di lavoro, in seguito ai tagli sul personale degli enti provinciali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navacchio, contestato il ministro del Lavoro Poletti: "No al Jobs Act"

PisaToday è in caricamento