rotate-mobile
Cronaca

Partnership Sant'Anna per realizzare il materasso intelligente del futuro

Maxres e la scuola di eccellenza pisana insieme per un contratto di ricerca volto a implementare robotica e intelligenza artificiale nel riposo notturno

La collaborazione tra l’azienda Maxres e l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna si consolida grazie alla firma di un contratto di ricerca che porterà ad un’innovazione radicale nel settore dei materassi mediante tecnologie biorobotiche ed intelligenza artificiale. La sinergia tra Maxres, piccola impresa di Città di Castello leader nella produzione di allestimenti per camper e arredamenti per esterni, e Scuola Superiore Sant’Anna valorizzerà i risultati di un brevetto depositato congiuntamente dai due partner, basato su un’innovativa valvola deformabile per integrare una logica intelligente di controllo all’interno del materasso. Questa rinnovata collaborazione tra Maxres e Scuola Superiore Sant’Anna si consolida anche con l’immissione nel progetto delle competenze del centro ARTES 4.0, al fine di trasformare l’attuale prototipo in un prodotto, che avrà un impatto significativo sul mercato home & personal care.

Il prodotto risultante dall’unione delle competenze degli enti partner e di tecnologie innovative garantirà benessere, comfort e qualità del sonno grazie all’adattamento in tempo reale del materasso e alle possibilità di personalizzazione, assicurando ergonomia nella postura. Un’app per smartphone sarà l’interfaccia nella gestione del materasso 4.0 e fornirà anche un servizio in cloud per aggiornare le configurazioni di personalizzazione ed eventualmente condividerle con la community.

Il nuovo materasso intelligente sarà pluricertificato per garantire un’ampia profondità di offerta, dalle famiglie al settore sanitario. Inoltre, le tecnologie abilitanti sviluppate avranno ulteriori applicazioni al fine di introdurre esperienze immersive e comfort in diversi scenari della vita quotidiana, dall’automotive al cinema 4D dal divano di casa.

"Questo progetto - dichiara Paolo Dario, Professore Emerito della Scuola Superiore Sant’Anna e Direttore Scientifico del Centro di Competenza ARTES 4.0 - si fonda sulla sinergia tra tre fattori: l’esistenza di imprese come Maxres, leader nel proprio settore e pioniere nell’aprire nuovi orizzonti tecnologici e industriali, la presenza di competenze universitarie di altissima qualità, come quelle della Scuola Sant’Anna, per rispondere a sfide tecnologiche complesse sulla base di solide fondamenta nella ricerca scientifica di eccellenza, e la connessione tra ricerca fondamentale e innovazione industriale per promuoverne l’impatto socio-economico grazie ai Centri di Competenza come ARTES 4.0".

"L’innovazione del mercato mondiale del materasso - dichiara Barbara Mari, socia unica di Maxres - passerà dalla possibilità di personalizzare dinamicamente e interattivamente il prodotto utilizzando le tecnologie biorobotiche ed i nuovi strumenti digitali come il cloud, le community di social network e l’intelligenza artificiale, superando così l’attuale proposta commerciale basata su un’eccessiva profondità di offerta statica. Grazie a questo progetto abbiamo l’aspettativa di industrializzare un unico prodotto che sia adattabile per soddisfare a pieno le esigenze di ogni singolo consumatore, evolvendo in parallelo il nostro concetto di corporate grazie a collaborazioni strategiche".

BED_BOARD_V3-2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partnership Sant'Anna per realizzare il materasso intelligente del futuro

PisaToday è in caricamento