rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Sociale: 7500 euro per le famiglie più bisognose nel ricordo di Gianna Gambaccini

Raccolta fondi di alcuni cittadini in memoria dell'assessore scomparsa ad ottobre a cui si aggiungono risorse comunali

Oltre 7.500 euro da distribuire alle famiglie più bisognose come Buoni Alimentari. E’ la cifra che sarà trasferita dal Comune di Pisa alla Caritas Diocesana di Pisa a seguito della raccolta fondi promossa da alcuni cittadini in memoria di Gianna Gambaccini, l’assessore alle Politiche sociali scomparsa prematuramente nell’ottobre scorso.

Complessivamente sono stati raccolti con le donazioni 2.885 euro, una parte dei quali donati dalla stessa famiglia dell’ex assessore. A questi si aggiungono altri 4.635 euro di fondi residui maturati dalle precedenti procedure di distribuzione dei Buoni Alimentari, per un totale di 7.520 euro. La Caritas si occuperà della distribuzione di queste risorse individuando, all’interno dei propri percorsi di assistenza, le famiglie più bisognose a cui destinare il sostegno.

"Come amministratore e come medico - dichiara l’assessore al Sociale Veronica Poli - Gianna ha sempre messo a disposizione le sue competenze e la sua umanità per aiutare soprattutto i più fragili e i più deboli. Dopo la sua scomparsa alcuni cittadini hanno deciso di avviare una raccolta fondi in suo nome. Le donazioni sono state raccolte dalla famiglia di Gianna e poi trasferite al Comune. Quando era ancora in vita Gianna, abbiamo lavorato molto, insieme, proprio sui Buoni Alimentari e per questo ho pensato di destinare la cifra raccolta ad una nuova iniziativa per aiutare le famiglie più bisognose, nello spirito che ha sempre contraddistinto il suo operato. Sono sicura che Gianna sarebbe stata d’accordo con questa scelta".

"L’attenzione ai più bisognosi - dichiara il marito di Gianna Gambaccini, Biagio Solito - ha da sempre contraddistinto e guidato l’operato di Gianna, sia come medico neurologo che come assessore del Comune di Pisa e presidente della Società della Salute. I fondi che sono stati raccolti da amici, parenti o conoscenti in seguito alla sua prematura scomparsa sono un ulteriore riconoscimento del suo impegno profuso. Io e Camilla (la figlia, ndr) vogliamo ringraziare innanzitutto coloro che hanno donato il loro contributo, ma anche il Comune di Pisa e la Caritas Diocesana di Pisa per l’aiuto offerto nella raccolta dei fondi e nella distribuzione dei buoni alimentari, mettendo a disposizione risorse e strutture".

"Siamo grati di cuore alla famiglia dell'assessore Gambaccini e agli amici di aver pensato agli ospiti dei nostri servizi quali destinatari dei fondi raccolti in occasione della sua purtroppo prematura scomparsa ed esprimiamo gratitudine anche all'amministrazione comunale per aver scelto la Caritas quale destinataria dei residui dei buoni alimentari - dice il direttore don Emanuele Morelli - è il segno di una vicinanza concreta a tante famiglie che ancora faticano a riprendersi dalle conseguenze sociali ed economiche dell'emergenza sanitaria. Li utilizzeremo nei nostri servizi di ascolto e accompagnamento e in quelli di sostegno alimentare che, solo nel 2021, hanno assicurato supporto ad oltre duemila persone del nostro territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sociale: 7500 euro per le famiglie più bisognose nel ricordo di Gianna Gambaccini

PisaToday è in caricamento