Cronaca

Emergenza Covid a Calci, 30mila euro di contributi straordinari alle famiglie

C'è tempo fino al 31 maggio per presentare domanda. Ecco chi può accedere al contributo

Trentamila euro di contributi straordinari ai nuclei familiari per fronteggiare gli effetti economici dell’emergenza sanitaria. E’ la cifra ulteriormente stanziata dal Comune di Calci che, oltre a destinare i 15mila euro ricevuti da Fondazione Pisa, ne aggiungerà altri 15mila di risorse del bilancio comunale per aiutare i calcesani che vivono in situazione di fragilità o che si ritrovano ad affrontano conseguenze economiche a causa della pandemia.
Ci sarà tempo fino alle ore 13 del 31 maggio 2021 per presentare la domanda attraverso l’apposito modello di autocertificazione scaricabile (in versione editabile on-line) dal sito istituzionale dell’ente (https://www.comune.calci.pi.it/bandi-e-gare/1289-avviso-per-contributi-economici-straordinari-a-nuclei-familiari-per-fronteggiare-l-emergenza-da-covid-19.html).

Potranno presentare domanda:

1) i nuclei familiari che dimostrino di essere in situazione di difficoltà economica derivante dal perdurare dell’emergenza da COVID-19;
2) i nuclei familiari in situazione di bisogno anche prima dell'emergenza epidemiologica.

L’ente di piazza Garibaldi ricorda che coloro che abbiano già presentato domanda nell’avviso per i contributi ed i buoni spesa, pubblicato a dicembre 2020, e che hanno ricevuto il relativo contributo straordinario nel mese di febbraio scorso potranno presentare il modulo semplificato (rinvenibile sul sito del Comune) nel quale dovranno dichiarare se la situazione indicata in precedenza è variata o se persiste il bisogno di ricevere un sostegno economico. Chi invece non avesse beneficiato del precedente contributo straordinario dovrà compilare la modulistica completa per descrivere la situazione economico-reddituale per cui si richiede il sostegno comunale. Sarà poi l’ufficio servizi sociali del Comune a verificare la spettanza o meno del bonus sulla base di quanto indicato nella autocertificazione presentata dai richiedenti e delle indicazioni fornite dalle assistenti sociali qualora il nucleo risulti in carico.
Per avere informazioni e supporto nella compilazione ed invio delle domande è possibile telefonare ai numeri: 050.939550 oppure 050.939572.

"Ringrazio pubblicamente la Fondazione Pisa per la rinnovata attenzione avuta anche per il nostro territorio - interviene Valentina Ricotta, assessore ai Servizi sociali - la sinergia è sempre essenziale per creare nuove opportunità di aiuto e sostegno. Voglio inoltre esprimere un sincero ringraziamento al personale comunale che lavorerà a questa nuova misura di aiuti che, verosimilmente, comporterà la gestione di numerose richieste".
A concludere il sindaco Massimiliano Ghimenti: "Riteniamo essenziale fare un ulteriore sforzo per le persone e famiglie in difficoltà perché il perdurare delle conseguenze economiche ha sensibilmente esteso il campo del bisogno ed ogni aiuto può fare la differenza per il pagamento della spesa, delle bollette o anche di altri costi connessi alla stessa pandemia. Il contributo straordinario per i nuclei familiari, anche unipersonali, consentirà di aiutare tutti coloro che si trovino in difficoltà per gli effetti della pandemia. Pertanto possono far domanda anche tutte quelle categorie di lavoratori autonomi, professionisti o proprietari di attività che possano attestare la diminuzione del reddito familiare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Covid a Calci, 30mila euro di contributi straordinari alle famiglie

PisaToday è in caricamento