menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi ordinari per il settore sociale e assistenziale: il Comune di Pisa pubblica il bando

Associazioni, comitati, fondazioni o altri soggetti privati senza scopo di lucro che operano nel settore sociale, socioassistenziale e sociosanitario hanno tempo fino al 28 dicembre per accedere al fondo di 19mila euro

Prende corpo il sostegno del Comune di Pisa nei confronti di associazioni, comitati, fondazioni o altri soggetti privati senza scopo di lucro che operano nel settore sociale, socioassistenziale e sociosanitario. E' stato infatti pubblicato il bando che regola l'erogazione dei contributi ordinari verso queste realtà: la Giunta ha stanziato un fondo di 19mila euro.

Per aderire al bando (scaricabile sul sito internet del Comune nella sezione 'Bandi / Altri Bandi' o direttamente a questo link) si devono compilare gli appositi moduli reperibili sul sito (a cui va apposta marca da bollo da 16 euro). La scadenza per la partecipazione è fissata alle ore 10 di lunedì 28 dicembre. Si può spedire per raccomandata il plico direttamente a 'Comune di Pisa – Direzione DD13- Ufficio Sociale', consegnarlo a mano all’Urp (previo appuntamento telefonico allo 050.910320) o per mezzo PEC all’indirizzo comune.pisa@postacert.toscana.it. Sul plico o sulla busta dovrà essere riportata la denominazione del soggetto proponente (associazione, ente, fondazione, ecc) e riportata la dicitura 'Bando anno 2020 per la concessione di contributi ordinari. Settore d’intervento: sociale, socioassistenziale e sociosanitario'.

"Anche quest’anno, come lo scorso anno - commenta l’assessore alle Politiche Sociali Gianna Gambaccini - il Comune di Pisa ha previsto la formula del bando per regolare le contribuzioni per le associazioni e cooperative del terzo settore che operano nel settore del sociale e del sociosanitario. Questa forma di contribuzione regolata da bando mette a norma e premia i buoni progetti, in linea con il mandato del sindaco e con gli obiettivi di questa amministrazione. Per la prima volta grazie a noi questi contributi vengono assegnati con criteri precisi e uguali per tutti, per evitare che qualche associazione resti indietro rispetto ad altre".

A poter usufruire dei contributi associazioni o altri privati con sede del Comune di Pisa o che svolgono la loro attività nel territorio del Comune di Pisa, purché attive da almeno due anni e purché non abbiano già usufruito di precedenti contributi concessi dal Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento