Cronaca

Piano Cultura: Pisa riceve più contributi da parte della Regione

La Regione Toscanza stanzia 428 mila euro di contributi da investire nel settore culturale della provincia di Pisa. Le tematiche dei contibuti sono biblioteche, musei, festival e piccoli teatri

Gli Auser Musici

La Toscana continua a investire sulla cultura, e la Provincia di Pisa recita un ruolo di primo piano nei progetti premiati dai contributi della Regione. Il Piano Integrato della Cultura predisposto della Provincia di Pisa sulla base dei progetti locali è stato infatti quello che ha ricevuto i maggiori stanziamenti, più di 428 mila euro, dopo quelli su Firenze.

"A fronte di una richiesta di contributo di circa 500 mila euro, la Regione ha finanziato tutte le iniziative previste nel nostro territorio, con un incremento di 11 mila euro rispetto al finanziamento 2011 - spiega l'assessora Silvia Pagnin -  nonostante la riduzione che la Regione ha operato sui fondi per la cultura. Rispetto all'anno passati, sul piano della qualità progettuale, alcuni progetti (biblioteche, musei, cantieri teatrali) hanno ottenuto un punteggio superiore in graduatoria, con un relativo incremento del contributo finanziario. Negli altri casi l'impegno della Regione si è assestato sulle quote precedenti".

I beneficiari dei finanziamenti:

- La Provincia di Pisa e i festival 2012
- Gruppo Immagini
- Metarock
- Dramma Popolare
- Auser Musici
- Cantieri teatrali: residenze artistiche, teatri e territori - Intesa Teatro Amatoriale, Comune di Castelfranco di Sotto e Comune di Santa Croce sull'Arno
- Rete documentaria Bibliolandia Provincia di Pisa - Programma 2012 Unione Valdera
- Alla Scoperta dell'ARCA:"Avventura Ricerca Conoscenza Ambiente- Un viaggio nella biodiversità, Comune di Calci
- Musei da ascoltare e da leggere sui nuovi dispositivi di comunicazione, Unione Valdera
- Storia e Natura: conoscere per difendere il nostro patrimonio, Castefranco di Sotto
- I musei per un territorio, Comune di Volterra

"L'intervento di coordinamento da parte della Provincia per l'attività di progettazione - conclude Silvia Pagnin - ha rafforzato ancora di più il ruolo di primo piano dell'ente nella promozione e valorizzazione delle risorse e dei percorsi culturali sul territorio, attraverso una condivisione progettuale che ha interessato tutto il territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano Cultura: Pisa riceve più contributi da parte della Regione

PisaToday è in caricamento