rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Calci

Calci: 66mila euro di contributi straordinari contro gli effetti della pandemia

Il nuovo stanziamento è diviso fra famiglie (35mila euro), attività economiche (25mila euro) e associazioni con sedi o impianti sportivi (6mila euro)

Il Comune di Calci ha previsto 66mila euro di contributi economici straordinari per nuclei familiari, attività economiche e associazioni che gestiscono impianti sportivi o hanno/pagano affitto per la sede sul territorio per fronteggiare gli effetti economici dell’emergenza sanitaria e le mancate entrate a causa delle chiusure imposte dalle normative governative. A deciderlo la scorsa settimana è la giunta guidata dal sindaco Massimiliano Ghimenti. Ci sarà tempo fino alle ore 12 del 15 novembre 2021 per presentare la domanda attraverso l’apposito modello di autocertificazione scaricabile (in versione editabile on line) dal sito istituzionale dell'ente.

"Con questa nuova misura vogliamo dare un concreto aiuto alle famiglie e alle persone che ancora oggi risentono degli effetti della crisi sanitaria, augurandoci una progressiva e costante ripresa che possa consentire a tutti di vivere giorni di maggiore serenità" dicel’assessore ai servizi sociali Valentina Ricotta. Il sindaco Massimiliano Ghimenti: "In una situazione critica come quella che stiamo vivendo è doveroso fare il possibile. Il Comune sta facendo la propria parte per non lasciare nessuno indietro".

35mila euro per le famiglie

Per quanto riguarda i nuclei familiari sono stati stanziati 35mila euro e potranno presentare domanda: coloro che dimostrino di essere in situazione di difficoltà economica derivante dal perdurare dell’emergenza da Covid-19; i nuclei familiari in situazione di bisogno anche prima dell'emergenza epidemiologica
(già in carico ai servizi sociali o meno).

Sono stabiliti i seguenti importi per i contributi: a) 150 euro per nucleo composto da una sola persona; b) 300 euro per nuclei composti da due/tre persone; 400 euro per nuclei composti da quattro/cinque persone; d) 500 euro per nuclei composti da sei o più persone. L’analisi della spettanza del bonus sarà effettuata dall’ufficio servizi sociali del Comune, sulla base di quanto indicato nella autocertificazione presentata dai richiedenti e delle indicazioni fornite dalle assistenti  sociali (qualora il nucleo risulti in carico). Per avere informazioni e supporto nella compilazione ed invio delle domande è possibile telefonare, ai seguenti numeri tel. 050939550 oppure 050939572.

25mila euro per le imprese

Per quanto riguarda le attività economiche comprese partite Iva e professionisti sono stati stanziati 25mila euro. Potranno presentare domanda i soggetti economici in difficoltà, per l’emergenza Covid-19, che abbiano sede operativa o unità locale nel territorio di Calci e appartengano alle seguenti categorie:
- le attività commerciali individuate dalla L.R.T. n. 62 del 23/11/2018, con esclusione della media e grande distribuzione;
- le attività artigianali individuate dalla L.R.T. n. 53 del 22/10/2008;
- le imprese turistiche di cui alla L.R.T. n. 86 del 20/12/2016;
- le aziende agrituristiche di cui alla L.R.T. n. 30 del 23/06/2003;
- le altre tipologie di imprese non indicate nel presente elenco, iscritte nel registro imprese della Camera di Commercio;
- i professionisti.
Per avere informazioni e supporto nella compilazione ed invio delle domande è possibile telefonare, ai seguenti numeri tel. 050939569 oppure 050939534.

6mila euro per le associazioni

Per quanto riguarda le associazioni che gestiscono impianti sportivi o hanno/pagano affitto per la sede sul territorio della Valgraziosa sono stati stanziati 6mila euro. Il contributo potrà essere richiesto, da parte di associazioni che abbiano subito per le proprie attività chiusure forzate, anche temporanee, e/o riduzioni delle attività consentite (da DPCM), per una sola delle presenti misure (le misure sono quindi alternative):

- dalle associazioni che gestiscono impianti sportivi sul territorio comunale.La misura può essere presentata per ciascun impianto sportivo, pubblico o privato, attivo sul territorio comunale, in esercizio ed in funzione prima delle eventuali chiusure imposte dalle normative per la gestione della pandemia in corso.

- dalle associazioni, che svolgono attività di interesse sociale, culturale, ambientale, artistico, ricreativo, e che pagano (a titolo oneroso) un canone di locazione per la propria sede nel Comune di Calci (sulla base di regolare contratto d’affitto, regolarmente registrato a termini di legge)

Per avere informazioni e supporto nella compilazione ed invio delle domande è possibile telefonare, ai seguenti numeri tel. tel. 050939572 oppure 050939522.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci: 66mila euro di contributi straordinari contro gli effetti della pandemia

PisaToday è in caricamento