Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Università: contributi per gli studenti e aumento dei posti letto

La Giunta Comunale ha deciso di stanziare un contributo per sostenere gli studenti bisognosi. Inoltre resta l'obiettivo di coprire tutto il fabbisogno dei posti letto per gli universitari aventi diritto all'alloggio nelle residenze studentesche

L'immobile di via Paradisa

Un aiuto concreto per gli studenti più bisognosi. Lo ha stabilito la Giunta Comunale di Pisa: nella prossima variazione di bilancio il Comune stanzierà le risorse su base pluriennale per un contributo per la promozione del diritto allo studio universitario con particolare riferimento ai soggetti più deboli.

Il contributo servirà a sostenere, tramite le attività istituzionali svolte da ARDSU, gli studenti capaci e meritevoli ma privi di mezzi ai sensi dell’art. 34 della Costituzione.

Il sindaco di Pisa ha incontrato questa mattina il presidente ARDSU Marco Moretti per fare il punto sul fabbisogno di posti letto nelle residenze universitarie.
La città di Pisa infatti, a fronte di 3.315 borsisti universitari aventi diritto al posto alloggio gratuito, può garantire solo 1.555 posti letto (ai rimanenti studenti viene dato un contributo affitto di 1.900 euro annui).
L’obiettivo rimane invece quello di arrivare a coprire tutto il fabbisogno, al netto degli studenti che rinunciano al beneficio.

In questa direzione si muove l’amministrazione comunale che prevede una serie di azioni e collaborazioni:

- la concessione onerosa – in via eccezionale e temporanea - del Comune ad ARDSU dell’immobile di Santa Croce in Fossabanda (89 posti letto);

- la costruzione, a cura del DSU, della nuova residenza universitaria ecologica in S.Cataldo (240 posti letto); l’avvio dei lavori di costruzione, espletate le ultime formalità legate alla gara di appalto per la costruzione già svolta, è prevista per l’inizio 2016, con un durata dei lavori di circa 2 anni e mezzo;

- l’acquisizione alla disponibilità dell’ARDSU degli immobili di via Paradisa (520 posti letto); in tal senso il Comune ed ARDSU sono impegnati a sollecitare INAIL, proprietaria degli immobili, a dare una risposta senza ulteriori indugi (dopo quasi 3 anni di trattative), vista l’esigenza di disporre di ulteriori posti letto, ma anche il degrado crescente di questi immobili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: contributi per gli studenti e aumento dei posti letto

PisaToday è in caricamento