Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Sicurezza, la Regione finanzia l'installazione della videosorveglianza

Riceveranno il contributo regionale anche alcuni Comuni della provincia di Pisa. "La videosorveglianza può funzionare da deterrente e allo stesso tempo rivelarsi uno strumento utile alle indagini delle forze dell’ordine" afferma l'assessore regionale Ciuoffo

Telecamere (e telecamere anche ‘intelligenti’, capaci di funzionare in rete) pronte ad essere presto installate in oltre quaranta comuni toscani, per la sicurezza dei cittadini. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore Stefano Ciuoffo, ha deciso di sostenere, con 911.821 euro, quarantadue progetti che in un bando del 2019 non avevano trovato risorse sufficienti per essere finanziati. Dei 139 progetti ammessi, solo i primi novantasette (e, in parte, il novantottesimo) avevano infatti ricevuto un contributo. Adesso lo avranno anche tutti gli altri: 42 progetti per 47 amministrazioni comunali coinvolte, visto che sono presenti un paio di unioni di Comuni. Il costo complessivo ammonta ad oltre 1 milione e 360 mila euro. I Comuni cofinanzieranno acquisti ed opere, con risorse proprie, per un minimo del 30 per cento fino, in qualche caso, al 71 per cento. Il contributo della Regione oscilla tra 10mila e 38mila euro.

“La sicurezza urbana - commenta l’assessore Ciuoffo - si compone di più interventi integrati fra loro. La ricetta per avere città e quartieri più sicuri passa anzitutto dalla loro rigenerazione, provando a ridurre ogni forma di disagio, ripensando gli spazi urbani e rinsaldando i legami di vicinato. Rafforzare i legami e le relazioni è il miglior viatico per dare nuova vita a tante aree, oggi degradate, delle nostre comunità. Infine vi è anche la videosorveglianza, che può funzionare da deterrente e allo stesso tempo rivelarsi uno strumento utile alle indagini delle forze dell’ordine”.

Tra gli enti interessati al contributo ce ne sono alcuni della provincia di Pisa come sottolinea l'assessore regionale Alessandra Nardini: "A Castelfranco di Sotto è stato erogato un contributo regionale di 15.188,39 euro su un costo totale del progetto di 21.697,70 euro, a Crespina Lorenzana 19.398,00 euro su un costo totale di 38.796,00, a Fauglia 6.021,55 euro su 8.602,22 euro di costo complessivo, a Pisa 37.999,00 euro su 129.868,90 totali, a Guardistallo 15.000,00 euro su complessivi 21.800,00, a San Giuliano Terme 25.000,00 euro su un totale di 39.990,00 e a Santa Maria a Monte 21.350,00 euro su un costo finale di 30.500,00".
"La videosorveglianza - conclude Nardini - è solo un tassello della sicurezza nei quartieri, che passa principalmente da una loro rivitalizzazione e riqualificazione, da interventi urbanistici e sociali, ma può essere un buon deterrente. Con questo ulteriore stanziamento la Regione dimostra la sua vicinanza agli enti locali in un ambito importante per la qualità della vita delle cittadine e dei cittadini".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, la Regione finanzia l'installazione della videosorveglianza

PisaToday è in caricamento