Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza San Francesco

'Sentinelle in piedi': pronto il contro-presidio delle associazioni LGBTQ

Si prospetta un nuovo confronto fra i cittadini per la famiglia tradizionale ed i gruppi e collettivi vicini ai movimenti LGBTQ. Già realizzato l'evento su Facebook con oltre 380 partecipanti: "Loro in piedi, noi in tutte le posizioni"

"Macarene, lambade e limoni con le sentinelle in piedi". Si chiama così il contro-evento organizzato da vari gruppi e collettivi attivi in città e nel mondo LGBTQ, quali la Rete Educare alle differenze, ArciLesbica, Expoit ed altri. Un presidio di opposizione e informazione in senso inverso, per ricordare alle 'Sentinelle in piedi' che "gay, lesbiche, transgender, agender, queer, non sono una minaccia ideologica o un’invenzione teorica dalla quale difendere i banchi delle scuole. Sono corpi vivi e gioiosi che vivono le proprie differenze e costruiscono giorno per giorno la propria liberazione, sono persone che sperimentano forme diverse, gaie e felici, di amore e di vita".

Anche in questo caso, come lo scorso 6 ottobre, i due schieramenti torneranno a confrontarsi sul tema in modi diametralmente opposti. Se infatti le sentinelle rimarranno in silenzio, l'invito delle associazioni è quello di presentarsi in Piazza San Francesco dalle 18.30 per ballare e fare festa, allo slogan: "Loro in piedi, noi in tutte le posizioni!".  

"La 'famiglia naturale' che difendono loro – si legge nella descrizione dell'evento – per come la intendono, è un luogo di violenta irregimentazione delle vite, è una scusa per negare l’esistenza stessa delle diversità, dei colori, della gioia, dell’organizzazione collettiva, dei nostri modi di fare famiglie, di prenderci cura, di stare in relazione, di amare. Manifesteremo con loro cantando, ballando e limonando per la nostra autodeterminazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Sentinelle in piedi': pronto il contro-presidio delle associazioni LGBTQ

PisaToday è in caricamento