Cronaca

Case popolari: controlli straordinari su alloggi e fabbricati

L’assessore Gambaccini: "Monitoraggio necessario da parte di Apes per evitare criticità e anomalie negli edifici"

Sono stati affidati da Apes trecento controlli straordinari sugli alloggi e sulle parti comuni di fabbricati del patrimonio di edilizia residenziale pubblica. Un’attività che nel corso dell’anno 2020 è stata sensibilmente ridotta viste le limitazioni degli accessi negli alloggi a causa delle procedure anti-covid, ma che in questi giorni è ripresa a pieno ritmo. Un ciclo di controlli straordinario che va ad aggiungersi alle normali verifiche svolte regolarmente attraverso i tecnici Apes e le ditte di pronto intervento e manutenzione ordinaria che, durante i sopralluoghi nelle case degli assegnatari, segnalano eventuali criticità e anomalie riscontrate proponendo interventi riparatori.

"Ho chiesto ad Apes una particolare attenzione nei controlli sugli edifici assegnati - ha dichiarato l’assessore alle politiche della casa Gianna Gambaccini - anche per evitare episodi come la caduta di intonaco nel vano scala di un alloggio di via Piavola da Buti di pochi giorni fa, sul quale comunque i tecnici di Apes sono intervenuti tempestivamente mettendo sicurezza il luogo interessato dal crollo. Le nostre priorità sono la sicurezza degli assegnatari e la conservazione del patrimonio immobiliare pubblico, obiettivi che possiamo raggiungere solo attraverso una costante manutenzione ordinaria e straordinaria come quella che abbiamo programmato con Apes".

Apes ha attivo un monitoraggio in continuo sugli immobili in gestione ed è possibile segnalare eventuali anomalie da parte degli assegnatari tutti i giorni delle 8.30 alle 18.00 ai numeri  050/505711 oppure 800 76 03 03.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari: controlli straordinari su alloggi e fabbricati

PisaToday è in caricamento