Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Santa Maria a Monte

Controlli dei Carabinieri in provincia: 4 arresti ed oltre 600 persone identificate in una settimana

Le verifiche sono state eseguite in Valdera e Comprensorio del Cuoio. Denunciate in totale 13 persone e controllati 400 veicoli

In una settimana di intensa attività preventiva, nei territori di San Miniato, Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull'Arno, Montopoli in Val d'Arno e Santa Maria a Monte, i Carabinieri hanno effettuato 81 pattuglie, con l'impiego di circa 187 militari. Oltre ai 4 arresti, di cui due in flagranza e due su ordine dell'Autorità Giudiziaria, 11 sono state le persone perseguite penalmente con il deferimento in stato di libertà. Nel complesso sono state controllate e identificate 460 persone, di cui 8 accompagnate in caserma per ulteriori approfondimenti. Contestualmente sono stati sottoposti a controllo circa 292 veicoli ed elevate complessivamente 13 sanzioni al codice della strada.

Fra Peccioli, Terricciola, Lajatico e Chianni, invece, durante gli ultimi sette giorni sono state effettuate 30 pattuglie, con l'impiego di 56 militari. Due le persone denunciate. Nel complesso sono state controllate ed identificate 149 persone. Contestualmente sono stati sottoposti a controllo circa 117 veicoli ed una contravvenzione elevata per non rispetto del codice della strada.

Da segnalare le due denunce in stato di libertà a carico di due cacciatori Santa Maria a Monte sorpresi, dai Carabinieri di Palaia, a bordo dell'autovettura con cui viaggiavano con una lepre appena abbattuta, in una giornata di silenzio venatorio e in orario inconsueto, con materiale per il tiro di precisione. La violazione ha comportato l'immediato sequestro di due fucili da caccia e di alcuni strumenti di precisione, tra cui un mirino, un faro a led da 20 watt e una torcia applicata ad uno dei due fucili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli dei Carabinieri in provincia: 4 arresti ed oltre 600 persone identificate in una settimana

PisaToday è in caricamento