menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, sanzionati due uomini con il foglio di via obbligatorio

Due tunisini sono stati bloccati in piazza Vittorio Emanuele: hanno ricevuto anche la sanzione di 400 euro per essere usciti dal Comune di residenza. Nel complesso il 18 marzo sono stati controllati 7 locali, 53 veicoli e 98 persone

Nella giornata di giovedì 18 marzo sono proseguiti su tutto il territorio cittadino i servizi di controllo e verifica del rispetto delle normative anti-Covid da parte delle Forze dell'ordine, che hanno riguardato sia il centro storico che il quartiere della stazione ferroviaria e di porta Fiorentina. Le pattuglie della Polizia nello specifico hanno sottoposto a controllo 98 persone e 53 veicoli, e anche 7 esercizi commerciali del centro storico, dove non si è evidenziata alcuna criticità. Una pattuglia in Corso Italia alle 19.40 ha incrociato un uomo privo di mascherina e con uno zaino, che alla vista della Polizia ha tentato la fuga a
piedi verso il ponte di Mezzo.

La pattuglia, insospettita, ha fatto un rapido cambio di direzione, riuscendo a bloccare l’uomo. In realtà il soggetto, un pisano 50enne incensurato, ha ammesso di essere fuggito perché privo di mascherina, che non sopporta più quando esce di casa, per timore della contravvenzione. I poliziotti, dopo averlo redarguito, lo hanno comunque sanzionato per il mancato uso della mascherina. Durante il servizio inoltre una pattuglia della Polizia ha sottoposto a controllo, in piazza Vittorio, due tunisini di 36 e 33 anni, con precedenti per stupefacenti, che alla vista degli operatori si erano allontanati con fare sospetto verso i portici dell’ex palazzo delle Poste centrali.

Non hanno saputo fornire spiegazioni adeguate sul motivo della loro presenza e, risiedendo l’uno a Livorno e l’altro a Rosignano Marittimo (Livorno), sono stati sanzionati con la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio, con intimazione a presentarsi nella mattinata di venerdì 19 marzo rispettivamente in Questura ed in Commissariato, con la denuncia alla Procura della Repubblica in caso di mancata presentazione presso gli uffici. La misura di prevenzione è stata
addizionata dal divieto di ritorno a Pisa per 3 anni, pena un'ulteriore denuncia in caso di contravvenzione. Infine, sono stati anche multati con una sanzione da 400 euro ciascuno per essersi spostati dal comune di residenza a Pisa senza un giustificabile motivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento