Cronaca

San Miniato, controlli della Guardia di Finanza alla mostra del tartufo: in 15 non emettono scontrini

L'attività di controllo durante la fiera, che si è svolta nel mese di novembre, garantisce un maggior rispetto delle regole, attenuando così il fenomeno della concorrenza sleale che danneggia chi invece segue la normativa

Controlli serrati della Guardia di Finanza durante i tre fine settimana del mese di novembre in cui a San Miniato si è svolta la Mostra mercato del tartufo bianco. L'attività di controllo è stata intensificata con la finalità di scongiurare fenomeni di concorrenza sleale per tutelare chi rispetta invece le normative fiscali.

Diversi sono stati gli agenti delle Fiamme Gialle che per tutta la durata della manifestazione hanno assicurato il rispetto della legalità economico-finanziaria all'interno ed all’esterno dell'area fieristica.

Nel corso dell’attività sono stati effettuati numerosi controlli sulla corretta emissione degli scontrini e delle ricevute fiscali. Le irregolarità constatate sono state 15.

"Va evidenziato - affermano dal Comando Provinciale delle Fiamme Gialle - che la continua presenza dei militari ha fatto registrare negli ultimi anni un incremento sempre più costante del rispetto delle norme fiscali che era proprio la finalità principale della Guardia di Finanza. Infatti, soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale, garantire l’equità fiscale per eliminare gli effetti distorsivi dalla concorrenza sleale rappresenta un obiettivo strategico di fondamentale importanza per favorire la ripresa dell’economia nazionale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Miniato, controlli della Guardia di Finanza alla mostra del tartufo: in 15 non emettono scontrini

PisaToday è in caricamento