Movida, fiumi di birra e pipì nel centro cittadino: controlli e denunce

Sanzionati tre minimarket, sequestrati carrelli e borsoni contenenti bottiglie di birra. Multati studenti sorpresi a urinare per le strade

(foto d'archivio)

Prosegue l’attività della Polizia di Stato, predisposta dal prefetto di Pisa Attilio Visconti in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, volta ad arginare le attività illegali nel centro cittadino connesse al fenomeno della movida.

A tal fine, nella serata di sabato 11 giugno, con la collaborazione delle altre forze di polizia territoriali e dell’Esercito Italiano, si sono svolti servizi straordinari di controllo del territorio nel corso dei quali sono state identificate 30 persone, sono stati controllati e sanzionati 3 minimarket, sequestrati 9 borsoni contenenti bottiglie di birra e 1 carrello del supermercato a carico di ignoti. Inoltre sono state sanzionate 13 persone (11 delle quali studenti italiani), per aver urinato nelle strade del centro nonostante vi fossero bagni chimici installati dal Comune in via Consoli del Mare.

Carabinieri e Guardia di Finanza, nel corso degli stessi controlli, hanno identificato 8 persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

        

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus in Toscana, solo 3 i nuovi casi: a Pisa zero nuovi contagi e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

Torna su
PisaToday è in caricamento