Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Stretta sulla movida: venti persone denunciate, due in manette

Controlli serrati dei Carabinieri in molte zone dell'hinterland pisano per denunciare irregolarità. Molte le persone trovate al volante sotto l'effetto di stupefacenti o di alcol: record per un pisano che aveva un tasso alcolemico di 2,89

Un servizio straordinario di controllo del territorio nelle giornate di domenica e lunedì orientato al monitoraggio del fenomeno della movida, sia in centro che nelle principali arterie cittadine, ha portato negli ultimi giorni alla denuncia di venti persone e a due arresti. Particolarmente impegnate le pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile e quelle delle stazioni Carabinieri di Pisa, Porta a Mare e Migliarino; impiegata anche una unità cinofila del Nucleo Cinofili di San Rossore.

Controllato anche il casello autostradale di Migliarino, con l’impiego della pattuglia della locale stazione che unitamente all’unità cinofila ha ispezionato decine di autovetture.

Numerosissime le violazioni al codice della strada contestate, in particolar modo la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e la guida in stato di ebrezza: il record spetta ad un pisano, fermato dalla pattuglia della stazione di Pisa con un tasso alcolico pari a 2.89 (il massimo per non incorrere in una denuncia è 0,80). Tutti i mezzi delle persone ubriache al volante sono stati sequestrati, alcuni sequestri finalizzati alla confisca del veicolo; in un controllo nei pressi di Piazza delle Vettovaglie sono stati rinvenuti, su cinque soggetti, alcuni coltelli o oggetti atti ad offendere: i cinque sono stati pertanto denunciati in stato di libertà.

Denunciato anche un macedone residente a Coltano, in quanto trovato per l’ennesima volta alla guida senza avere la patente: la sua autovettura è stata sequestrata.

I militari hanno inoltre fermato due marocchini pluripregiudicati senza permesso di soggiorno, trovati alla guida di un motorino risultato rubato a Cascina: per loro sono scattate tre denunce in stato di libertà per i reati di ricettazione, guida senza patente e inottemperanza all’ordine di espulsione.

La stazione Carabinieri di Pontasserchio, durante un controllo su strada, ha arrestato un cittadino senegalese in quanto gravato da un’ordinanza che imponeva allo stesso di scontare un residuo di pena di 10 mesi.

Il Nucleo Operativo e Radiomobile, sempre durante un controllo su strada, ha arrestato un italiano gravato da un ordine di carcerazione per aver più volte violato gli arresti domiciliari.

Nel corso del controllo sono state controllate 77 persone, 29 veicoli dei quali 17 sanzionati per infrazioni al codice della strada.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta sulla movida: venti persone denunciate, due in manette

PisaToday è in caricamento