Pontedera, controlli della Polizia per il Coronavirus: 12 denunciati

Diversi casi riscontrati dagli agenti: da chi "faceva un giro" ad una donna che lavava la macchina

Fine settimana di controlli per la Polizia, al fine di garantire l'osservanza delle disposizioni per la tutela della salute pubblica previste dai recenti decreti emanati dal Governo per l'emergenza Covid 19. In una Pontedera quasi completamente vuota non sono mancate le persone che si sono mosse senza motivazioni emergenziali: fra le varie casistiche sono state controllate oltre 110 persone, 70 le autocertificazioni ritirate che verranno sottoposte a verifiche 12 persone denunciate.

Una donna di 35 anni, rumena residente in città, è stata denunciata domenica pomeriggio per inosservanza di un provvedimento dell’autorità perché è stata sorpresa a lavare l’auto in un lavaggio automatico, in quanto "sporca di escrementi di piccioni".

Nel pomeriggio di sabato al 113 è arrivata la chiamata che segnalava la fuga da casa di un minore di 16 anni dopo una lite con i genitori: le ricerche immediate hanno permesso di ritrovare il ragazzo nei pressi dell’abitazione della nonna.

Nel pomeriggio di sabato una pattuglia del Commissariato in servizio con i militari di 'Strade Sicure', nei pressi della stazione, ha visto un capannello di tre persone. Mentre si avvicinava i tre si sono allontanati: due di loro sono stati immediatamente bloccati, mentre è terzo è stato fermato da un'altra pattuglia. Quest'ultimo ha iniziato a dare subito in escandescenza per sottrarsi al controllo, inveendo e offendendo gli agenti. Una volta divincolatosi ha commesso un atto di autolesionismo picchiando volontariamente la testa contro un palo. Soccorso e fatta intervenire l’ambulanza, ha rifiutato le cure mediche. Si è quindi accertato che i tre, un 20enne e un 30enne provenienti da Palaia e Calcinaia, avevano un appuntamento con il terzo, un 41enne marocchino residente in città con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, probabilmente per acquistare droga. Alla vista degli operatori di polizia il pregiudicato è scappato, probabilmente per disfarsi della droga. Tutti e tre sono stati denunciati per inosservanza di un provvedimento dell’autorità, mentre il cittadino marocchino anche per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel pomeriggio di ieri, sempre a Pontedera, è stato sorpreso a transitare un rumeno 34enne, con numerosissimi precedenti per furto, sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora a Rosignano Solvay. Lo stesso non ha saputo giustificare la sua presenza in città ed è stato denunciato per inosservanza di un provvedimento dell’autorità e la violazione della misura cautelare; all’Autorità Giudiziaria è stato chiesto un aggravamento della misura.

Sempre nel tardo pomeriggio sono stati fermati e controllati due cittadini senegalesi con numerosi precedenti di polizia che "facevano un giro", si sono giustificati. Denunciati anche loro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A margine il Commissariato di Polizia ringrazia la ditta Ricci Divani di Ponsacco e l’Atelier Marisa di Pontedera che hanno donato dispositivi di protezione individuale e la signora Ursula, una cittadina di Pontedera, che come tutti resta a casa ma che con la sua famiglia impiega il suo tempo nel confezionare a mano mascherine protettive che dona alle categorie di lavoratori a rischio e ha voluto consegnare delle mascherine alla polizia ringraziandola per il lavoro quotidianamente svolto a tutela della collettività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento