Cronaca

Controlli della Polizia: due espulsi ed un denunciato per ricettazione

Incrementate le pattuglie, con agenti in abiti civili nelle zone segnalate dai residenti

Proseguono i controlli della Polizia di Stato in città, anche con servizi straordinari sulla base delle segnalazioni dei residenti dei quartieri, per contrastare la criminalità in strada, nonostante le restrizioni Covid. Le pattuglie della Squadra Volanti, presenti giorno e notte sul territorio, sono state così integrate da pattuglie in borghese della Sezione criminalità diffusa della Squadra Mobile della Questura. Nelle ultime 24 ore sono stati espulsi due stranieri, già conosciuti dalle forze dell'ordine, e denunciato un 51enne per ricettazione.

Una delle pattuglie in abiti civili ha pedinato e poi sottoposto a controllo un cittadino marocchino 29enne, già noto agli operatori per reati in materia di
stupefacenti: è stato denunciato alla Procura della Repubblica perché risultato inottemperante all'ordine di allontanarsi dal territorio nazionale entro 7 giorni, emesso nei suoi confronti nel trascorso mese di gennaio perché privo di permesso di soggiorno. Sono state avviate nei suoi confronti le pratiche per la definitiva espulsione dal territorio dello Stato.

Un’ altra pattuglia, a bordo di un’auto civetta della Squadra Mobile, ha sottoposto a controllo in zona Piagge un pisano 51enne, già noto agli
operatori per fatti di droga. L'uomo era 'pulito', ma lo scooter Aprilia a bordo del quale viaggiava è risultato rubato qualche settimana fa a Cisanello. Il ciclomotore è stato in seguito restituito al legittimo proprietario, mentre il 51enne è stato denunciato per ricettazione.

La Squadra Volanti ha denunciato un tunisino per stupefacenti: l’uomo, un 37enne già noto alle forze dell’ordine, è stato trovato ad un controllo in viale Bonaini in possesso di 1,5 gr di hashish; alla richiesta di dove dimorasse, ha risposto eludendo al domanda, ma i poliziotti, profondi conoscitori del sottobosco criminale cittadino, si sono ricordati che il tunisino era invece stato visto aggirarsi, in ore serali, nei pressi di un condominio di Porta Fiorentina, zona già segnalata dai residenti del quartiere per un andirivieni sospetto in uno degli appartamenti. E' così che gli agenti sono risaliti alla sua abitazione, dove sono state rinvenute e sequestrate due bilancine di precisione e due rotoli, uno di cellophane ed uno di alluminio, chiaro indizio di attività di confezionamento di dosi di stupefacente. Il tunisino è stato accompagnato in Questura e sono state avviate le partiche per l’espulsione.

Fra l'altro, il 37enne, quando ha capito che la Polizia lo avrebbe definitivamente allontanato da Pisa e che sarebbe stato espulso, ha tentato in tutti i modi di eludere la procedura, dapprima simulando di stare male e poi rifiutando a più riprese di farsi effettuare il tampone per il Covid, necessario prima del suo
accompagnamento presso la struttura che ne curerà il definitivo rimpatrio. I suoi maldestri tentativi sono stati vani e stamani una pattuglia della Polizia da via Lalli lo ha accompagnato, in un’ autovettura predisposta per tali servizi, al Centro di Permanenza e Rimpatrio di Gradisca d’ Isonzo (Gorizia), dal quale
nei prossimi giorni sarà collocato su un volo charter diretto a Tunisi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli della Polizia: due espulsi ed un denunciato per ricettazione

PisaToday è in caricamento