Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Turismo estivo sul litorale: "Servono più controlli per la sicurezza e il decoro"

Confesercenti chiede all'amministrazione pisana di spingere per una maggiore presenza di forze dell'ordine e si curare maggiormente la cura degli accessi al litorale

Un piano di sicurezza straordinario per il litorale in vista dell’estate, che possa partire già dal weekend pasquale che di fatto aprirà la stagione 2019. E' la richiesta ufficiale che Confesercenti Toscana Nord, a firma del presidente Litorale Alessandro Cordoni e del responsabile area pisana Simone Romoli, ha inviato al sindaco di Pisa Michele Conti, all’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno e al comandante della polizia municipale Michele Stefanelli.

"La nostra richiesta - spiega Alessandro Cordoni - è rivolta al Comune per quanto riguarda le sue competenze in materia di sicurezza. Durante la stagione estiva il litorale registra, ma lo abbiamo già visto in questi primi fine settimana del bel tempo, una affluenza straordinaria. Ovviamente positiva per le imprese di Marina, Tirrenia e Calambrone, ma che comporta una recrudescenza delle problematiche connesse alla sicurezza, alla viabilità e al degrado. Considerando che quest’anno Pasqua, nei fatti, costituisce l’apertura ufficiale della stagione con un lungo ponte che arriva fino al 1° maggio, riteniamo fondamentale un rafforzamento della presenza delle forze dell’ordine sul litorale, compresa la Polizia Municipale, sul litorale con un numero di unità adeguato a contrastare fenomeni come abusivismo commerciale, parcheggiatori abusivi, borseggi, fino alla viabilità".

Cordoni, rifacendosi al documento 'Agenda Confesercenti 2018-2023' presentato in occasione dell’ultima campagna elettorale per le amministrative, chiede anche un'azione mirata ai varchi di accesso al litorale: "Sarebbe importante prevedere una migliore accoglienza sulle quattro strade di accesso che, per differenti motivi, presentano situazioni di degrado; dal cantiere all’accesso al porto di Marina fino al manto stradale sulla Bigattiera, gli immobili dismessi sulla Pisorno ed i cantieri al Calambrone".

Infine un passaggio sulla raccolta dei rifiuti: "Nella passata stagione balneare - conclude Cordoni - gli stabilimenti furono oggetto di una sperimentazione per la tariffa puntuale sulla raccolta dei rifiuti. Chiediamo quindi che vengano resi noti i risultati e l’eventuale volontà di proseguire con la stessa modalità di raccolta anche per questa stagione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo estivo sul litorale: "Servono più controlli per la sicurezza e il decoro"

PisaToday è in caricamento