Stazioni ferroviarie, controlli straordinari della Polfer: 7 denunce

I servizi si sono svolti tra il 15 e 17 marzo. Identificate circa 80 persone. Particolare attenzione alla prevenzione dei borseggi

Stazione Centrale e di Pisa San Rossore sotto stretto controllo. La Sezione Polizia Ferroviaria ha posto in essere tra il 15 e 17 marzo una serie di controlli straordinari per la prevenzione e contrasto dei reati. Il bilancio finale parla di circa 80 persone identificate, 7 denunce e 2 misure di divieto di ritorno nel comune di Pisa. 

Nello specifico 4 persone, tutte di etnia rom, sono state deferite all'autorità giudiziaria per inosservanza della misura di prevenzione del divieto di ritorno nel Comune di Pisa, emessa nei loro confronti dal Questore di Pisa. Si tratta di personaggi sopresi sempre in prossimità della piattaforma ferroviaria dei binari 8 e 9, area spesso sfruttata dai borseggiatori.

Contestualmente per altre due persone rom che si accompagnavano ai precedenti è stata applicata anche la misura del divieto di ritorno nel comune di Pisa, in quanto ritenute pericolose a causa dei loro precedenti di polizia per furti, sempre commessi in ambito di stazioni ferroviarie e ritenute dedite a compiere reati in quanto sempre sprovvisti di titoli di viaggio e non in grado di giustificare altrimenti la loro presenza a Pisa.

Un polacco di 30 anni è stato denunciato per possesso di un coltello a serramanico. Durante un pattugliamento della linea ferroviaria, nel transitare in via Pilla, gli operatori polfer hanno notato 4  ragazzi scavalcare il muro di cinta che divide la strada dalla sede ferroviaria. Immediatamente provvedevano a fermare quelle persone per un più accurato controllo, durante il quale l'uomo ha manifestato segni di insofferenza. Dalla banca dati interforze è risultato avere precedenti per furto aggravato, getto pericoloso di cose, porto di armi od oggetti atti ad offendere e ricettazione.

E' scattata quindi la erquisizione personale che ha portato al rinvenimento nella tasca destra della sua giacca del coltello lungo complessivamente 20 centimentri, con una lama, affilata ed appuntita di 9 cm. Scattato il sequestro penale, con la denuncia per porto abusivo di arma impropria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento