Cura del dolore a distanza di 150 km: missione compiuta fra Cisanello e Portoferraio

L'esperimento ha visto collegarsi in telemetria l'ospedale pisano con quello dell'Isola d'Elba, evitando quindi lo spostamento della paziente

Importante risultato raggiunto dall'Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana. Un collegamento in diretta dall’ospedale di Cisanello con l’ambulatorio della terapia del dolore dell’ospedale di Portoferraio all’Isola d’Elba, per eseguire un controllo assistito in telemetria a distanza su una paziente portatrice di neurostimolatore midollare (per controllare il dolore cronico). Questo ha permesso alla paziente di evitare uno spostamento di oltre 150 km per raggiungere la sede di Pisa e, agli specialisti di Pisa e dell’Elba, di poter interagire in sinergia secondo la migliore sintesi di efficacia ed efficienza. Questo innovativo progetto di telemedicina è stato presentato lunedì pomeriggio a Cisanello dal dottor Giuliano De Carolis, nell’ambito dell’incontro con lo staff dell’Unità operativa di Anestesia e terapia del dolore dell’Aoup (diretta dalla dottoressa Adriana Paolicchi), all’interno dell'iniziativa 'Cento città contro il dolore' promossa dalla Fondazione Isal.

Erano presenti pazienti, medici, psicologi e infermieri provenienti da tutto il territorio della regione Toscana. Il progetto, che darà la possibilità di effettuare controlli e programmazione assistita a distanza di pazienti portatori di neurostimolatori midollari impiantati a scopo antalgico, è nato all'interno dell’Area vasta nord ovest e si prefigge lo scopo di rendere sempre più efficace ed operativa la rete della terapia del dolore (come previsto dalla legge 38) su tutto il territorio, con particolare attenzione alla gestione di situazioni che si potrebbero verificare in aree geograficamente disagiate.

Era presente all’incontro anche il presidente della fondazione Isal, il professor William Raffaeli, che ha tenuto a battesimo la nascita dell’associazione dei pazienti di Area vasta nord ovest 'Amici della fondazione Isal'. Testimonial d’eccezione gli attori pisani Roberto Farnesi e Renato Raimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Coronavirus in Toscana: 17 nuovi casi, 2 a Pisa

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana: sei nuovi casi, due a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento