Cronaca

Nutraceutica, i cibi benefici come farmaci: 2 giorni di eventi anche con Scamarcio

Il 5-6 dicembre al Sant'Anna l'evento che farà chiarezza sulla nutraceutica e che supporterà la candidatura di Pisa a sede del nuovo Polo di ricerca in Toscana; testimonial di eccezione Riccardo Scamarcio

La nutraceutica aiuta la nostra salute e favorisce l’economia eco-sostenibile. Alcuni alimenti possono avere un effetto benefico sul nostro organismo ed essere presentati come farmaci. Così la nutraceutica, termine coniato dalla contrazione fra “nutrizione” e “farmaceutica”, è la disciplina scientifica, molto giovane, che si occupa di approfondire la relazione di alcuni alimenti sulla nostra salute. Proprio a questa giovane disciplina sarà dedicato l’evento alla Scuola Superiore Sant’Anna il 5 (inizio 14.30 in aula magna) e il 6 dicembre intitolato "Il Banco Nutraceutico"

La due giorni servirà anche a sostenere la candidatura di Pisa come sede strategica del 'Polo di Ricerca di Eccellenza sulla Nutraceutica' in Toscana, supportata in maniera sinergica e condivisa da tutte queste istituzioni.

"L'evento - anticipa Vincenzo Lionetti, ricercatore dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna e uno dei principali organizzatori - affronterà tematiche di grande attualità. I relatori si interrogheranno sulla salute della terra, dell’uomo e sullo sviluppo del territorio,  che si riassume nella nutraceutica che studia gli alimenti che hanno una funzione benefica sulla salute umana".

"Con questa iniziativa, le quattro realtà che a Pisa fanno ricerca d’eccellenza, Università, Sant’Anna, Normale e Cnr,  investono - commenta Marco Macchia, docente dell’Università di Pisa e membro del Comitato d’indirizzo del Distretto Toscano “Scienze della Vita - competenze comuni per rappresentare sul territorio il proprio impegno nella promozione e nello sviluppo della nutraceutica. L’Ateneo pisano ha particolari esperienze nei suoi vari ambiti, da quello nutrizionale allo sviluppo di prodotti per la salute".

Al  Sant'Anna interverranno medici, uomini d’impresa, giornalisti, personaggi dello showbiz (il 6 dicembre alle ore 15.00 l’attore Riccardo Scamarcio racconterà la sua esperienza di agricoltore biologico) per fare chiarezza su questa disciplina e provare a sfatare qualche mito.

"La decisione di coinvolgere Scamarcio - spiega Lionetti - deriva dalla convinzione che, anche nel settore della prevenzione, la personalizzazione del rapporto della informazione può rappresentare un aiuto in termini di sensibilizzazione e di promozione di stili di vita più rispettosi dell’ambiente biologico e del benessere".

Il programma è particolarmente intenso e prevede relazioni frontali, workshop di approfondimento, talk show e può essere visualizzato su https://www.sssup.it/UploadDocs/15827_Il_Banco_Nutraceutico_definitivo_27112012.pdf

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nutraceutica, i cibi benefici come farmaci: 2 giorni di eventi anche con Scamarcio

PisaToday è in caricamento