Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Fauglia

Educazione: convegno sul 'Progetto Einstein', eccellenza della Valdera

Il progetto prepara gli insegnanti delle scuole a riconoscere i bambini con Disturbi Specifici dell'Apprendimento, in modo poi da seguirli e sostenerli nel percorso scolastico

Nato nell'Istituto Comprensivo 'G. Mariti' di Fauglia nel lontano 1998 il 'Progetto Einstein' ha da sempre l'obiettivo di individuare, fin dal primo anno della scuola primaria, gli alunni che evidenziavano probabili Disturbi Specifici dell'Apprendimento per poi seguirli e supportarli nel corso del loro percorso scolastico.

Da diversi anni è inserito nel Piano Integrato di Area della conferenza educativa dell'Unione dei Comuni della Valdera. Con il suo aiuto gli istituti e gli insegnanti facenti parte del progetto sono in grado di individuare precocemente non solo i casi a rischio Dsa, ma anche di dare risposta ai bisogni di tutti i bambini che presentano difficoltà nella lettura, scrittura e calcolo, per rendere meno 'pesante' l'acquisizione dell'apprendimento e lo sviluppo delle loro capacità.

Di questo si è parlato nel primo convegno sul progetto Einstein che si è svolto nella gremita sala del Teatro Comunale di Fauglia alla presenza del Sindaco Carlo Carli, che ha portato i suoi saluti e del Sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi che, in veste di delegato alle politiche scolastiche dell'Unione, ha ribadito anche alla Dr.ssa Sara Mele presente al convegno in qualità di Responsabile del Settore Infanzia della Regione Toscana, il ruolo strategico giocato dal Cred Valdera anche in questo settore.

Scuole, enti locali e ASl devono essere unite secondo Ciampi: "Si tratta di un sistema integrato, una rete di attori che ha a cuore il percorso scolastico di ogni alunno, anche di coloro che evidenziano Disturbi Specifici dell’Apprendimento. In questi anni abbiamo raccolto una mole di dati impressionante e creato le condizioni strutturali per lavorare al meglio in ogni settore, compreso quello inerente alla lotta della dispersione scolastica. Progettare insieme infatti significa progettare per il successo scolastico di ogni alunno. Un lavoro che è stato fortemente apprezzato e valorizzato dalla Regione Toscana attraverso i PEZ e gli investimenti in quei progetti che possono garantire un tangibile ritorno educativo dalla loro applicazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educazione: convegno sul 'Progetto Einstein', eccellenza della Valdera

PisaToday è in caricamento